MorimondoMilano città metropolitana

Morimondo. Incidente all’incrocio maledetto di Caselle. Un altro morto

Un incidente stradale a Morimondo, all’incrocio fra la strada statale 526 con la strada provinciale 183 che si collega con Caselle, fra un camper e un’auto, ha causato la morte di un giovane di soli 28 anni. Altre due persone, una donna di 51 anni e un un uomo di 73, sono rimasti feriti

Pubblicità

E’ successo poco prima delle 14.30 di oggi. Dopo l’allarme La centrale operativa di Areu ha inviato sul posto le ambulanze della Croce Azzurra di Abbiategrasso, di Ata soccorso e un’automedica dell’ATT di Pavia, oltre alle squadre dei Vigili del fuoco. Per il giovane al volante dell’automobile non c’era più nulla da fare. I vigili del fuoco si sono occupati di estrarre le vittime dalle lamiere e i soccorritori di assisterli. Poi li hanno trasportati in codice giallo al pronto soccorso dell’ospedale San Matteo di Pavia.

Pubblicità

I carabinieri della compagnia di Abbiategrasso, intervenuti nell’incidente stradale, si sono occupati della viabilità e dei rilievi. Si tratta di un incrocio particolarmente pericoloso. Negli ultimi tempi ci sono diversi incidenti. Il primo ottobre scorso in un incidente stradale a quello stesso incrocio era morto un motoclista. 21 giorni prim un altro grave incidente, fra un’auto elettrica e una automobile. Ci furono 3 feriti.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.