Busto GarolfoMilano città metropolitanaPrima Pagina

Smantellato questa mattina l’accampamento di spacciatori alla discarica tra Casorezzo e Busto Garolfo. Il video

Questa mattina all’alba il fuggi fuggi generale degli spacciatori di stupefacenti dall’accampamento tra i boschi del parco del Roccolo, tra Casorezzo e Busto Garolfo, tra la casetta del presidio antidicarica, la discarica e le cave che confinano con Furato, è stato determinato da un’operazione in forze cui hanno partecipato i carabinieri delle stazioni di Busto Garolfo, Cuggiono, Parabiago, Nerviano e il Nucleo Operativo della compagnia di Legnano. L’incursione dei militari nel bosco è stata supportata anche da 10 unità del personale del 3° reggimento Lombardia e da un elicottero del secondo NEC Orio al Serio.

Pubblicità

Il video diffuso dopo le operazioni

Tra i resti degli accampamenti lasciati velocemente dagli spacciatori è stato ritrovato un fucile modello SPAS cal. 12, un giaciglio con resti di alimenti, 4 biciclette e un motorino. Durante i controlli, avvenuti su tutta l’area, sono state fermate per controlli 35 persone. Gli spacciatori della zona e dei comuni limitrofi hanno perso, in modo probabilmente definitivo la loro base più grassa. Ora bisogna tener d’occhio la situazione e vedere dove andranno a rintanarsi. Forse torneranno, ma oramai si sa dove sono. Seguiranno altre notizie, nei prossimi giorni, che generalmente seguono questo tipo di operazioni.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism



Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.