ArlunoMilano città metropolitanaRho

Incidente A4 Arluno – Rho: 2 persone ferite, 6 km di coda

Questa mattina, un grave incidente si è verificato sulla tratta dell’autostrada A4 nel tratto tra Arluno e Rho, in direzione Milano. Il sinistro ha coinvolto almeno due auto e areu segnala che ha soccorso 2 persone di 51 e 75 anni. La chiamata alla centrale operativa del 112 è arrivata alle 4.49 e sul posto sono state inviati, in codice rosso, 2 ambulanze, della Croce Bianca di Sedriano e dei Soccorritori Volontari di Arluno, e un’auto medica dell’ATT di Milano, poi raggiunti dai vigili del fuoco e il personale dell’ ATS Novate.

Pubblicità

Mentre i Vigili del fuoco erano impegnati a tagliare le lamiere per estrarre i feriti dalle automobili, i soccorritori si sno occupati di prestare assistenza a tutti i coinvolti. Infine due persone hanno avuto bisogno di essere trasferite in urgenza al Pronto Soccorso dell’Ospedale. Dopo le prime cure sul posto un’ambulanza ha portato, in codice verde, uno dei feriti al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Legnano mentre l’altro è stato portato, in codice giallo, al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Carlo di Milano.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Alle 8:21, momento in cui scriviamo sul tratto da Arluno a Rho c’è ancora una coda di 6 km, a causa della parcellizzazione della strada necessaria a liberare la corsia dalle auto incidentate e dai rottami. L’Ats Novate attualmente sta gestendo il traffico.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.