MilanoMilano città metropolitana

Maltempo a Milano. Ancora molto il lavoro per ripristinare la sicurezza

Continua senza sosta il lavoro dei vigili del fuoco di Milano per riparare i danni del maltempo. Nelle ultime 24 ore hanno effettuato circa 280 intervenenti. In campo, per il corpo dei vigili del fuoco, nell’intera provincia di Milano, ci sono 140 uomini e 35 mezzi di soccorso di vario genere. Sospese Area C e Area B per oggi, ma Atm non c’è la fa. Troppi i danni e i pericoli che minano la sicurezza.

Pubblicità

Gli interventi riguardano soprattutto rimozione di alberi caduti nelle sedi stradali dopo il nubifragio di due giorni fa. In supporto ai distaccamenti di Milano e provincia sono arrivate squadre di Vigili del fuoco dai comandi provinciali di Lodi, Genova e Savona.

Pubblicità

Il lavoro di ripristino della sicurezza stradale, con la rimozione dei pesanti e ingombranti tronchi di legno è davvero molto, in un territorio esteso, e richiede molto tempo, senza considerare che è necessario fare molta attenzione nella rimozione nei casi in cui hanno colpito case, tetti e altre strutture i cui proprietari dovranno essere risarciti.

Pubblicità

I danni e le assicurazioni. E’ mancata la prevenzione?

Molti dei danni sono stati causati da alberi che si trovavano in parchi pubblici o in viali alberati, in che include che la responsabilità civile dei danni è dei Comuni, specie se può essere dimostrato che gli alberi caduti erano ammalati e non erano stati messi in sicurezza, o abbattuti, prima del temporale.

La dichiarazione di Stato di Emergenza nazionale per il maltempo oltre a basarsi sul fatto che l’intensità del temporale non era prevedibile per Milano, come ha sostenuto il sindaco Beppe Sala, potrebbe aiutare nei prossimi mesi a sostenere i Comuni nella gestione di questa parte incresciosa dell’emergenza. infatti, se non sono state fatte le debite manutenzioni al verde pubblico è perchè ai Comuni non sono arrivati fondi sufficienti per pagare i giardinieri.

Pubblicità

Atm e i servizi di trasporto pubblico in grande difficoltà

Questa mattina un’altra brutta notizia è arrivata ai giornali. Il presidente di Atm, che gestisce anche buona parte delle reti di trasporto pubblico nei comuni della città metropolitana, ha dichiarato che sarà molto difficile tornare alla normalità. Il sindaco Beppe Sala ha annunciato ieri che per oggi Area C e area B saranno sospese per permettere ai pendolari di entrare in città in auto, ma probabilmente con la sospensione dovrà continuare anche nei prossimi giorni, fino a che le linee del trasporto pubblico metropolitana non saranno tornati alla normalità.

Nella commissione per la mobilità che si è tenuta ieri a Palazzo Marino il presidente di ATM ha detto “Ritengo che entro oggi non si riesca sicuramente a riportare alla normalità la situazione e speriamo che entro domani si riescano a chiudere le criticità più rilevanti. In questo momento non sappiamo quanto ci metteremo a ripristinare tutta la rete perché purtroppo la situazione, paradossalmente, non sta migliorando. Anzi le criticità si stanno ampliando.

Con la macchina comunale e i vigili del Fuoco stiamo monitorando tutta una serie di problemi e, in realtà, i punti di incaglio e i punti critici stanno aumentando. Il problema non sono soltanto gli alberi caduti ma stanno dando tutta una serie di problemi anche gli alberi che sono pericolanti e sui quali bisogna intervenire.”

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.