TrennoMilano

Milano. Violenta e inspiegabile aggressione a coltellate. Uomo in rosso a Niguarda

Un uomo di 50 anni che stava portando a spasso il cane in Via Rizzardi a Milano, nelle vicinanze del Parco di Trenno, verso la mezzanotte del 24 luglio è stato improvvisamente aggredito da 3 uomini che indossavano dei passamontagna. Con lui c’era la figlia della compagna di soli 14 anni.

Pubblicità

I 3, insultandolo e gridandogli bastardo, lo hanno colpito con quattro coltellate. 3 nella parte sinistra del corpo e uno nell’addome. Dopo averlo colpito, i tre uomini si sono dileguati velocemente a piedi, così come quando lo hanno avvicinato. La figlia ha dato l’allarme. Poco dopo i due sono stati raggiunti anche dalla compagna, una donna di 41 anni.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

L’uomo è stato soccorso e trasportato al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Niguarda in codice rosso. Non si era nemmeno accorto di essere stato ferito. Pensava di aver preso dei pugni. Ora è fuori pericolo ma rimane sotto osservazione. Le ferite sono abbastanza gravi. Gli uomini della questura di Milano si stanno occupando delle indagini. Purtroppo la zona in cui è venuta l’aggressione non è coperta da telecamere pubbliche. Le indagini sono però in corso nel tentativo di individuare il movente della violenta aggressione. Dai moventi, è infatti possibile individuare i colpevoli, specie per aggressioni così violente.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.