SenagoMilano città metropolitana

Giulia Tramontano. Proseguono le indagini tra bugie, verità e anafettività

A mezzogiorno sono stati tolti i sigilli all’appartamento in cui è stata uccisa Giulia Tramontano, in via Novella a Senago. I tecnici della squadra scientifica dei carabinieri hanno eseguito una serie di prove irripetibili per trovare tracce biologiche, sangue e il coltello, che dovrebbe essere presente in casa, compatibile con le ferite ricevute da Giulia e usato da Impignatiello.

Pubblicità

Intanto, nel parcheggio della metropolitana della fermata Comasina, i carabinieri e i vigili del fuoco stavano ispezionando un tombino di scolo dell’acqua piovana in cui l’assassino ha detto di aver gettato degli effetti personali di Giulia Tramontano.

Pubblicità

Poco prima delle 13.30 i carabinieri hanno fatto sapere di aver trovato nel tombino la tessera del bancomat, una carta di credito e la patente, ma non c’è, in questo momento, nessuna traccia del telefono cellulare della ragazza, che potrebbe chiarire le tempistiche e la sequenza dei fatti.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Nel tombino c’erano anche altri oggetti che non sembrano legati all’omicidio. Per quanto questo omicidio sia inserito fra i femminicidi, alcuni particolari sembrano negare questo carattere. Infatti il femminicidio è un omicidio passionale, motivato dal desiderio di possesso dell’altro come oggetto. Si è in presenza di sentimento, di odio piuttosto che amore malato.

Invece, in questo caso l’assassino sembra essere completamente anaffettivo nei confronti della sua compagna e di suo figlio. Non vuole averne l’esclusiva amorosa, ma liberarsene perché fastidiosa causa di stress.
Le ricerche dei militari, con la collaborazione dei Vigili del Fuoco di Milano, proseguono, per trovare anche il telefono cellulare.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.