Occupazioni abusive delle centraline elettriche

amsa

Adesso occupano anche le centraline elettriche! Rimane sempre da scoprire qualcosa di cui non siamo ancora riusciti a stupirci. L’intervento della polizia locale in via Manzù, a Milano, lo scorso  martedì è uno di questi. Magari i residenti in zona Rogoredo si sono abituati a veder colonizzare dai migranti anche i locali tecnici dove sono posizionate le centraline elettriche, ma io sono rimasta a bocca aperta.

L’Unità Problemi del Territorio della Polizia Locale, nome indovinatissimo per il tipo di interventi che devono effettuare,  coordinata dal Comandante vicario Paolo Ghirardi  è intervenuta nell’ambito delle azioni di controllo del territorio che da tempo interessano la zona di Rogoredo e che sono effettuate in sinergia con la Questura di Milano.

L’operazione anti degrado ha interessato due edifici abbandonati – due vecchie centraline elettriche dell’Enel in disuso. Erano frequentate da persone senza fissa dimora, da tossicodipendenti e da spacciatori, che le utilizzavano come base. All’interno di una delle centraline è stato sorpresa una persona, che vi viveva e l’aveva arredata con un letto e altre masserizie. E’ stata quindi identificata e poi  denunciata a piede libero per occupazione abusiva.

Poi è intervenuta Amsa, i cui uomini hanno ripulito e bonificato le due aree, mentre il Nucleo Intervento Rapido del Comune ha provveduto a mettere in sicurezza le strutture delle 2 centraline elettriche e a saldare la porte di accesso per impedire nuove occupazioni.

Ilaria Maria Preti 5132 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist

commenta

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.