Magazine

Occupazioni abusive delle centraline elettriche

Adesso occupano anche le centraline elettriche! Rimane sempre da scoprire qualcosa di cui non siamo ancora riusciti a stupirci. L’intervento della polizia locale in via Manzù, a Milano, lo scorso  martedì è uno di questi. Magari i residenti in zona Rogoredo si sono abituati a veder colonizzare dai migranti anche i locali tecnici dove sono posizionate le centraline elettriche, ma io sono rimasta a bocca aperta.

Annunci

L’Unità Problemi del Territorio della Polizia Locale, nome indovinatissimo per il tipo di interventi che devono effettuare,  coordinata dal Comandante vicario Paolo Ghirardi  è intervenuta nell’ambito delle azioni di controllo del territorio che da tempo interessano la zona di Rogoredo e che sono effettuate in sinergia con la Questura di Milano.

Annunci

L’operazione anti degrado ha interessato due edifici abbandonati – due vecchie centraline elettriche dell’Enel in disuso. Erano frequentate da persone senza fissa dimora, da tossicodipendenti e da spacciatori, che le utilizzavano come base. All’interno di una delle centraline è stato sorpresa una persona, che vi viveva e l’aveva arredata con un letto e altre masserizie. E’ stata quindi identificata e poi  denunciata a piede libero per occupazione abusiva.

Annunci

Poi è intervenuta Amsa, i cui uomini hanno ripulito e bonificato le due aree, mentre il Nucleo Intervento Rapido del Comune ha provveduto a mettere in sicurezza le strutture delle 2 centraline elettriche e a saldare la porte di accesso per impedire nuove occupazioni.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.