LambrateMilano

Lambrate. Marocchino irregolare e drogato ferisce gravemente un poliziotto

E’ grave il vice ispettore Christian Di Martino, della polizia di stato, aggredito e ferito con tre fendenti alla schiena da un marocchino di 37 anni, irregolare e e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Il poliziotto è stato trasportato in codice rosso all’ospedale di Niguarda Dove è stato operato d’urgenza a seguito delle emorragia e per la lesione di alcuni organi vitali. È successo a mezzanotte della notte scorsa alla stazione ferroviaria di Lambrate, Milano.

Pubblicità

La Polizia Ferroviaria presente a Lambrate aveva chiesto l’intervento delle volanti della Questura in ausilio per contenere un un nordafricano drogato che stava lanciando pietre contro i treni il passaggio e contro le persone ferma estrazioni. Aveva appena colpito la testa una donna italiana di 55 anni. Sul posto sono giunte due pattuglie dell’ufficio prevenzione generale e Soccorso pubblico, con la squadra con il Teaser, alcune ambulanze di Padana Emergenza e un automedica dell’ AAT di Milano.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Nonostante l’arrivo in forze della polizia il nord africano non si è calmato ed è stato così colpito con un colpo di teaser che non ha avuto però effetto, è stata dispersa a causa del giubbotto pesante indossato dal nord africano. Dopo la scarica, l’uomo ha aggredito i poliziotti, ne è nata una colluttazione e nordafricano ha colpito il vice ispettore, che ha 35 anni, con un coltello. Tre colpi alla schiena.

Pubblicità

I colleghi del poliziotto sono riusciti a bloccarlo, e i soccorritori si sono immediatamente occupati del vice ispettore che è stato poi trasportato immediatamente il codice rosso al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Niguarda. Anche la donna colpita dalla sassata è stata portata in ospedale, in codice verde al pronto soccorso del Fatebenefratelli.

il marocchino 37enne è stato quindi arrestato e identificato. È un irregolare che annovera nel suo curriculum diversi alias e altrettanti precedenti per i reati contro una persona e contro il patrimonio oltre che per resistenza a pubblico ufficiale. Ora è nel carcere di San Vittore, ma non è ancora chiaro perché si trovasse ancora libero e in Italia.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.