ParabiagoMilano città metropolitana

Daspo sportivo anche ai 7 tifosi del San Lorenzo di Parabiago

Il daspo sportivo sbarca anche in terza categoria. Infatti, il questore di Milano Giuseppe Petronzi, sull’attività istruttoria svolta dalla Divisione Anticrimine e delle indagini dei Carabinieri della Compagnia di Legnano intervenuti a Parabiago lo scorso ottobre, ha emesso 7 Daspo sportivo nei confronti dei 7 supporters individuati per essersi resi colpevoli dei violenti scontri dello scorso 8 ottobre 2023, in occasione della partita tra le squadre “GSD San Lorenzo” e “GSS Sant’Ilario Milanese” del campionato di calcio di Terza Categoria. Era successo nei pressi del campo sportivo “Libero Ferrario”. I cosiddetti tifosi, armati di bastone e con il volto coperto, avevano aggredito i tifosi della squadra ospite che si stavano avvicinando allo stadio.

Annunci

Dei fatti avevamo parlato a ottobre nell’articolo Guerriglia urbana a Parabiago: un tifoso in prognosi Riservata e Quella di Parabiago fu una aggressione della destra estremista. 7 indagati, fra cui un minorenne. Nel corso di quegli scontri quattro persone erano rimaste ferite in modo grave e un tifoso del Sant’Ilario, colpito al capo da una spranga metallica, era stato trasportato all’ospedale di Legnano e ricoverato in prognosi riservata, per una frattura plurima del cranio.

Annunci

cambiamenti. Social journalism

Le abitazioni, le pertinenze nelle loro disponibilità, come cantine e box, degli stessi destinatari del Daspo sportivo, in quanto indagati per le medesime vicende, lo scorso 10 novembre furono perquisiti dai carabinieri che oggi hanno notificato loro il divieto di partecipare a manifestazioni sportive. I provvedimenti, emessi su richiesta dei carabinieri di Legnano a seguito degli accertamenti, dispongono infatti il divieto di accesso alle manifestazioni sportive per 2 anni per 3 persone e per un anno ad altre quattro.

Annunci

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.