ParabiagoMilano città metropolitana

Daspo sportivo anche ai 7 tifosi del San Lorenzo di Parabiago

Il daspo sportivo sbarca anche in terza categoria. Infatti, il questore di Milano Giuseppe Petronzi, sull’attività istruttoria svolta dalla Divisione Anticrimine e delle indagini dei Carabinieri della Compagnia di Legnano intervenuti a Parabiago lo scorso ottobre, ha emesso 7 Daspo sportivo nei confronti dei 7 supporters individuati per essersi resi colpevoli dei violenti scontri dello scorso 8 ottobre 2023, in occasione della partita tra le squadre “GSD San Lorenzo” e “GSS Sant’Ilario Milanese” del campionato di calcio di Terza Categoria. Era successo nei pressi del campo sportivo “Libero Ferrario”. I cosiddetti tifosi, armati di bastone e con il volto coperto, avevano aggredito i tifosi della squadra ospite che si stavano avvicinando allo stadio.

Pubblicità

Dei fatti avevamo parlato a ottobre nell’articolo Guerriglia urbana a Parabiago: un tifoso in prognosi Riservata e Quella di Parabiago fu una aggressione della destra estremista. 7 indagati, fra cui un minorenne. Nel corso di quegli scontri quattro persone erano rimaste ferite in modo grave e un tifoso del Sant’Ilario, colpito al capo da una spranga metallica, era stato trasportato all’ospedale di Legnano e ricoverato in prognosi riservata, per una frattura plurima del cranio.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Le abitazioni, le pertinenze nelle loro disponibilità, come cantine e box, degli stessi destinatari del Daspo sportivo, in quanto indagati per le medesime vicende, lo scorso 10 novembre furono perquisiti dai carabinieri che oggi hanno notificato loro il divieto di partecipare a manifestazioni sportive. I provvedimenti, emessi su richiesta dei carabinieri di Legnano a seguito degli accertamenti, dispongono infatti il divieto di accesso alle manifestazioni sportive per 2 anni per 3 persone e per un anno ad altre quattro.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.