SportMagazineMondo

Prima Esperienza Femminile nella Champions League di Pallamano – Gianna Stella Merisi, di Ossona, e Andrea Alejandra Pepe, di Torino

Un’epica storia di successo della pallamano si è scritta sabato 6 gennaio nella suggestiva Arena De Brest, in Bretagna, quando Gianna Stella Merisi, di Ossona, in provincia di Milano, e Andrea Alejandra Pepe, di Torino, hanno fatto la storia diventando la prima coppia femminile ad arbitrare una gara della Champions League, l’acclamata manifestazione di club di pallamano in Europa. La partita si è svolta tra le atlete francesi del Brest Bretagne Handball e quelle ungheresi del DVSC Shaeffler, con le padrone di casa che hanno conquistato la vittoria con un punteggio di 38-28 di fronte a oltre 4000 appassionati spettatori.

Pubblicità

Il trionfo di Gianna e Andrea va ben oltre la loro impresa personale; rappresenta un trionfo per l’intero movimento arbitrale italiano. Un riconoscimento del duro lavoro svolto nel corso degli anni a livello di formazione, selezione, condivisione, perfezionamento tecnico, professionalizzazione e organizzazione del settore. La loro storia ispiratrice non è solo un punto di arrivo, ma un faro per tutti coloro che intraprendono la carriera arbitrale.

Pubblicità

La storia

pallamano,Gianna Stella Merisi,Andrea Alejandra Pepe,champions league. Prima Esperienza Femminile nella Champions League di Pallamano - Gianna Stella Merisi, di Ossona, e Andrea Alejandra Pepe, di Torino - 12/01/2024

Prima di loro, Francesco Simone e Pietro Monitillo avevano già diretto ben 11 partite di Champions League, sia maschili che femminili, tra il 2018 e il 2022. Una dimostrazione di esperienza internazionale di alto livello che inizia a lasciare il segno già dal 2018 in Russia. La lunga carriera internazionale di alto ranking appartiene a Marco Di Domenico e Lorenzo Fornasier, che hanno debuttato nel 2006 ad Anversa, vantando oggi 131 gare EHF affiancate alle 326 dirette in Italia, sia nella massima serie maschile sia in quella femminile.

Pubblicità

Il successo continua con Stefano Riello e Nicolò Panetta, freschi di approdo nella EHF quest’anno, già pronti a dirigere tre partite, con altre due in programma per il prossimo weekend a Lisbona. Questo successo non è solo un vanto per il settore arbitrale italiano, ma anche un punto di partenza per il debutto internazionale di altre coppie di giovani talentuosi e la presentazione di nuove candidature. Il fischio d’inizio di una nuova era nel mondo dell’arbitraggio è stato dato, e percorrerà la strada per il successo internazionale.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.