Sportfesta della donnaOssonaPrima Pagina

Gianna Merisi, di Ossona, arbitra la finale di Coppa Italia maschile di pallamano

Ossona – Lo scorso 3 marzo la finale della 34esima Coppa Italia maschile di Pallamano a Trieste. Bolzano contro Pressano. Per la prima volta la finale maschile è arbitrata da due donne. Una è Gianna Stella Merisi, di Ossona, l’altra Alexandra Juliana Rosca.

Pubblicità

Questa settimana si festeggia l’8 marzo. Festa della donna. O meglio, ricorrenza annuale per fare il punto sulla emancipazione delle donne e della parità di diritti, doveri dignità e possibilità fra uomini e donne. Quale momento migliore per dare questa notizia? Una Ossonese che raggiunge due tappe importanti. La prima quella di essere chiamata ad arbitrare una partita di livello nazionale, la seconda è che si tratta della finale di pallamano maschile.

Pubblicità

La finale di Coppa

La 34esima Coppa Italia maschile è stata vinta dal Bolzano. È la quarta vittoria della sua storia e il primo trofeo assegnato nel 50° anno della FIGH. La squadra allenata da Boris Dvorsek ha dominato la finale contro il Pressano, imponendosi col risultato finale di 28-21 (p.t. 11-7) al Pala Chiarbola di Trieste. Una cronaca della partita si può leggere su www.figh.it

Pubblicità

Il premio Lo Bello per Gianna e Alexandra

Ad assistere, sugli spalti, c’erano 1.200 persone. Al termine del match, la coppia di arbitri Alexandra Rosca e Gianna Merisi, che ha magistralmente condotto la partita, ha ricevuto il tradizionale riconoscimento. Per gli arbitri della finale di Coppa. Il premio è intitolato alla figura di Concetto Lo Bello, ex importante arbitro di calcio e presidente della federazione di pallamano dal 1976 sino alla morte.

Nella foto, scattata prima della partita, Gianna Merisi e Alexandra Rosca il presidente del settore arbitrale Piero Di Piero, il segretario Luigi Visciani e il designatore della serie A1 Giovanni Cropanise. Ossona può essere orgogliosa della sua concittadina.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.