Economia e lavoroMagazine

Gadget che convertono: 5 strumenti per lead qualificati

I gadget aziendali brandizzati fanno sempre più spesso parte delle strategie di marketing delle imprese di ogni settore. Dalle fiere agli eventi aziendali, passando poi per i piccoli regali che vengono fatti alla clientela presso il punto vendita o a seguito di un acquisto, ormai sarà già capitato anche a voi di entrare in contatto con un gadget di un’impresa che potrebbe avervi colpito e fatto pensare di utilizzare la stessa strategia.

Pubblicità

Il segreto per rendere utile un investimento in gadget personalizzati e brandizzati è quello di inserire questi oggetti all’interno di una strategia di marketing che ci possa permettere di migliorare le vendite della nostra attività, magari implementandoli all’interno di un vero e proprio percorso di lead generation.

Pubblicità

Quest’ultima può essere fatta online tramite campagne apposite, come ad esempio su Google, come approfondito anche molto bene all’interno di questa pagina, oppure nel mondo reale, tramite appunto i gadget promozionali. Nelle prossime righe cercheremo così di capire nello specifico quali siano i piccoli regali brandizzati che possono aiutarci nell’ottenimento di lead per la nostra attività, vedendo anche alcuni esempi di come sfruttarli.

Pubblicità

T shirt per la diffusione del brand

Un classico senza tempo che si può usare per fare lead generation ed ottenere dei contatti qualificati è la t shirt personalizzata con colori e logo del nostro brand.

Possiamo ad esempio regalarle ai nostri attuali clienti in cambio del contatto di un loro amico o parente che potrebbe essere interessato ai nostri servizi o prodotti. Questo vuol dire sfruttare la famosa tattica del passaparola, incentivandolo tramite un regalo e generando così una vera e propria strategia di referral.

Pubblicità

Se desiderate trovare maggiori ispirazioni per creare delle magliette personalizzate per i clienti della vostra azienda che dovranno portarvi dei lead, vi suggeriamo anche di visitare questo link, all’interno del quale troverete il vastissimo catalogo di gadget48.com, azienda molto conosciuta in Italia che ci sentiamo di consigliarvi.

Chiavetta USB con contenuti esclusivi

Potrebbe anche accadervi che lavoriate nel B2B e che una t shirt non sia sufficiente, specialmente se state partecipando ad una fiera di settore e desiderate trasmettere un messaggio specifico ai visitatori del vostro stand.

In questo caso una chiavetta usb personalizzata e brandizzata potrebbe rivelarsi uno strumento molto efficace. In che modo?

È semplice: dovrete inserire come contenuto della chiavetta un video che presenti la vostra azienda, esponga un’offerta straordinaria e spinga chi lo vede a visitare una pagina specifica del vostro sito web dove potrà lasciare i propri recapiti per ricevere un’eventuale offerta personalizzata.

Se volete creare un video che svolga al massimo questa funzione, vi suggeriamo anche di leggere questa guida molto interessante che sicuramente vi sarà d’aiuto.

Shopper personalizzata

Torniamo poi all’ambiente B2C, magari all’interno di un negozio dove le persone entrano per fare acquisti. Difficilmente avrete già pensato di recuperare i loro contatti per inviare in alcuni periodi dell’anno una newsletter che le informi di sconti o promozioni a loro riservate.

Magari vi starete anche chiedendo se le persone siano felici o meno di lasciarvi i loro dati, peggio ancora quelli di un loro famigliare: cosa ci guadagnano?

La risposta a volte è più semplice del previsto: provate a stampare delle shopper brandizzate che possano sembrare molto originali e colorate, magari a tema natalizio ad esempio. Regalandole in cambio dell’iscrizione ad una fidelity card o ad una newsletter presso il vostro punto vendita, riuscirete a riempire il vostro crm in pochi giorni.

La borraccia personalizzata

La stessa cosa potrebbe essere fatta con la borraccia personalizzata, magari in un negozio di articoli sportivi o per gli appassionati della montagna.

La borraccia è inoltre un ottimo strumento di marketing anche nel settore turistico. I family hotel, ad esempio, potrebbero regalare questo oggetto simpatico e di moda per i più piccoli e le loro famiglie.

Si riesce così a creare un legame emotivo con i propri ospiti e diffondere il proprio brand: appena un amico o un parente a casa noterà la borraccia (meglio se originale e colorata) chiederà dove è stata presa e il vostro ospite non potrà fare a meno di parlare di voi.

Il risultato? Si ricorderà di voi e magari diffonderà il nome della vostra struttura, creando un passaparola che vi porterà nuove richieste di preventivo e lead.

Il cavatappi brandizzato

Anche i ristoranti e le vinerie possono fare lead generation, sebbene il loro primo obiettivo sia quello di acquisire clienti rapidamente.

Quando un cliente acquista una bottiglia o magari ordina un vino pregiato durante la cena, potrete regalargli un cavatappi di ottima qualità con il logo del vostro locale. Così facendo otterrete un risultato molto simile a quello spiegato nel punto precedente, ma tramite un oggetto personalizzato maggiormente adatto e pertinente con la vostra tipologia di attività.

Ora non vi resta che scegliere il gadget che preferite e implementare immediatamente una di queste strategie: se pianificherete tutto nei minimi dettagli i risultati non tarderanno ad arrivare.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.