NervianoMilano città metropolitana

Arresto cardiaco. La polizia locale di Nerviano interviene con il DAE mobile

Non ce l’ha fatta , alla fine, la signora in arresto cardiaco che è stata soccorsa con tanta solerzia da un medico e da una pattuglia della polizia locale nel primo pomeriggio del 21 ottobre a Nerviano. La polizia locale di Nerviano aveva risposto ad una chiamata di emergenza del 112, quale auto e pattuglia più vicine, e perchè a bordo delle auto dalla polizia locale è installato un DAE. In questi casi, più l’intervento è veloce e maggiori sono le possibilità che le persone in arresto cardiaco possano essere riprese. La centrale operativa del Comando Unico Nerviano – Pogliano ha risposto alla chiamata, dimostrando una grande efficienza straordinaria, intanto che arrivava l’ambulanza.

Pubblicità

La pattuglia di agenti, si è precipitata sul luogo dell’emergenza in pochissimi minuti, con le sirene spiegate. Lì ha trovato un medico di base che stava già soccorrendo la donna e aveva iniziato le manovre di rianimazione cardiopolmonare utilizzando il Defibrillatore Automatico Esterno (DAE) installato in Via Kennedy. Gli agenti intervenuti hanno anch’essi reso operativo il DAE portatile presente sul loro veicolo, per sicurezza, e hanno comunicato la situazione alla centrale operativa del 112, che in questo modo poteva tener informata l’auto medica e i sanitari dell’ambulanza in arrivo

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

In uno dei momenti più critici della situazione, il medico ha posizionato il DAE mentre un agente ha effettuato la prima scarica. Nel frattempo, sono arrivate un’automedica e un’ambulanza. Con la loro presenza, si è effettuato il cambio di guardia e i sanitari hanno preso in carico l’intervento e proseguendo con massaggio cardiaco e ossigeno. E la hanno poi trasportata al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Rho, in codice rosso. Le sono state date le migliori possibilità, ma purtroppo non è stato sufficiente. era giunto il suo momento e non ce la ha fatta. Poche ore dopo il ricovero in ospedale è deceduta

Pubblicità

Questa tragedia ha messo in luce, anche se non è necessario sottolinearlo, l’importanza di interventi tempestivi in caso di arresto cardiaco. Infatti l’arresto cardiaco improvviso è una delle condizioni più difficili da risolvere positivamente. Si può solo tentare di dare qualche possibilità in più alla vittima, iniziando il massaggio cardiaco e usando il DAE il prima possibile, quando anche solo pochi secondi di anticipo possono fare la differenza. Spesso anche quando i soccorsi sono immediati l’esito è infausto, ma non provarci vorrebbe dire perdere anche quelle poche vite che invece avrebbero potuto essere salvate.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.