MilanoBonola

Uomo morto sotto il treno della metropolitana

Questa mattina un’altra tragedia Milano. Areu, l’agenzia di emergenza e urgenza della regione Lombardia, ha comunicato che un uomo di 43 anni è morto travolto da un treno della metropolitana della linea 1 rossa, alla stazione di Bonola. È successo intorno alle 9:30 e sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale di Milano, gli uomini della Questura di Milano e quelli del centro operativo della ATM metropolitana.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Nonostante gli sforzi dei vigili del fuoco l’uomo era ormai deceduto. Sul posto c’erano le ambulanze del 118 e un automedica della AAT di Milano. Si è trattato probabilmente di un altro volontario. Un altro passeggero della metropolitana si è sentito poco bene alla vista dello di quanto successo.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Durante le operazioni di recupero del corpo tutta la linea della metropolitana M1 è stata chiusa Fra qt8 e Molino Dorino e nella tratta I treni sono stati sostituiti dagli autobus, compatibilmente con le condizioni del traffico. La linea M1 è comunque rimasta aperta normalmente sulla tratta Sesto San Giovanni Bisceglie Sesto San Giovanni qt8 e Rho Fiera Molino Dorino. Nessuna treno delle linee della suburbana è stato cancellato anche se l’incidente ha comunque ha avuto delle ripercussioni sugli orari a causa dei maggior tempi di attesa per la salita e discesa dei Passeggeri.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.