CanegrateMilano città metropolitana

Marocchino ubriaco cade sul sedere in Stazione e…

Ieri, venerdì 11 aprile, verso le 19:40 un uomo è sceso dal treno alla stazione di Canegrate ed è stato immediatamente coinvolto in una lite, durante la quale è stato ferito. Si è rifugiato nel bar da dove sono stati chiamati i soccorsi al nue 112. Sul posto, oltre l’ambulanza del 118, sono arrivati i Carabinieri della stazione di Parabiago che erano in servizio in zona proprio in quei momenti. L’uomo, un marocchino di 38 anni completamente ubriaco, ha raccontato di aver avuto una lite con uno sconosciuto che poi se n’era andato, mentre lui era caduto a terra sbattendo violentemente il sedere.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Nonostante la parte dolente e la vistosa ubriacatura, il marocchino preferito non andare in ospedale e ha rifiutato il trasporto al pronto soccorso, proposto dai sanitari del 118. Ha quindi ripreso la sua strada, qualunque essa fosse, ed è andato a smaltire la sbornia e i lividi da qualche parte in zona.

Pubblicità

La stazione ferroviaria di Canegrate è diventata ultimamente un punto estremamente sensibile, dove accade di tutto. Questo è solo l’ultimo episodio, non particolarmente violento, di una situazione che sta diventando sempre più grave. Ci sono stati dei feriti e degli accoltellamenti, e anche delle risse, di cui non si è ancora venuti a capo.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.