via PadovaMilano

Via Padova. Minaccia e ferisce a morsi un carabiniere. Arrestato

Questa mattina intorno alle 9.30 in via Padova, a Milano, una chiamata al 112 ha segnalato un uomo che stava forzando le porte di almeno due appartamenti. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della radiomobile di Milano e hanno sorpreso, in strada, un marocchino di 22 anni che, nonostante l’approccio distensivo dei militari, ha reagito al controllo in modo violento ed esagitato, brandendo come arma il cavalletto di una moto.

Pubblicità

Sul posto è arrivata anche una squadra armata di taser. Il 22enne ha risposto ai tentativi di disarmarlo divincolandosi e mordendo un carabiniere di 53anni all’avambraccio. Infine, per risolvere la situazione, i militari hanno dovuto utilizzare il taser. Lo hanno dovuto colpire 2 volte, al braccio e all’addome, prima di renderlo abbastanza inoffensivo da poter essere consegnato alle cure dei sanitari arrivati sul posto con le ambulanze.

Pubblicità

L’uscita delle ambulanze è stata alle 10.11 e del marocchino si è occupato il personale della Croce Rossa. Le sue condizioni non erano tali da giustificare il trasporto in ospedale quindi è stato portato in caserma per l’identificazione e le procedure di rito. Il 22enne, senza fissa dimora, ha alcuni pregiudizi per reati di immigrazione. È stato arrestato per tentato furto nei due appartamenti,resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Ora si trova nelle camere di sicurezza in attesa del processo per direttissima che avverrà domani mattina.

Pubblicità

Il carabiniere ferito

Al carabiniere aggredito è andata peggio. I sanitari della SsM che lo hanno soccorso hanno deciso che le medicazioni sul posto non bastavano e hanno preferito portarlo in ambulanza e in codice verde al pronto soccorso dell’ospedale Città Studi per essere visitato e medicato dai medici.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.