Cerro MaggioreMilano città metropolitana

Omicidio a Cerro Maggiore. Chi è la vittima?

Cerro Maggiore. Qualche giorno fa dei ragazzi che volevano girare un video musicale in un capannone abbandonato di via Benedetto Croce hanno trovato il cadavere di una persona. Oggi sono arrivate le conferme che l’uomo è stato ucciso e portato nel capannone. L’autopsia ha determinato che è stato colpito alla testa e che non è morto nel posto in cui è stato trovato. Si tratta quindi di un omicidio.

Pubblicità

I carabinieri della compagnia di Legnano non hanno ancora detto nulla sull’identità dell’uomo. Le indagini sono in corso e non si sa se già a conoscono o la stanno cercando. E’ un momento in cui il silenzi è più che comprensibile, se si vuole capire cosa è successo e assicurare alla giustizia chi ha ucciso. Il corpo dell’uomo era quasi completamente carbonizzato , deposto sotto alcune travi di cemento accatastate nel capannone semidistrutto. ,

Pubblicità

La prima curiosità riguarda la vittima

Chi era la persona che è stata ritrovata? E’ un persona di cui è stata enunciata la scomparsa oppure un senza tetto ucciso e abbandonato lì? Non si sa ancora nulla, ma le indagini del carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Milano e di quelli della compagnia di Legnano continuano. E’ importante dare un nome alla vittima, per scoprire il colpevole. L’uomo era completamente carbonizzato, ma la parte superiore dove si trovano viso e braccia, importanti per il riconoscimento, era più bruciata della parte inferiore. Non ci sarebbero sul posto, taniche di benzina o altri elementi incendiari, ne dalle fotoil terreno intorno sembra aver subito un incendio.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.