Prima PaginaOssona

Crolla il muro di Villa Litta, dopo 7 anni, a 2 settimane dalle elezioni

Ossona. Lo hanno abbattuto. Il muro diroccato che circondava villa Litta era lì da quando la prima giunta di Incontro, sindaco dell’Acqua, aveva decretato il piano particolareggiato di villa Litta.

Pubblicità

L’amministrazione di Incontro aveva prima firmato il piano che prevedeva una palazzina da 3 piani dietro al torre dell’acquedotto, e iniziato ad abbattere la casa del Gin Rusin. L’abbattimento delle case che si affacciavano sulla piazza era iniziato, ma negli ultimi 7 anni nessuno lo aveva portato a termine. Così in tutti questi anni Piazza Litta ha avuto l’aspetto del centro di un paese terremotato. Fortunatamente, nel 2012 Co Notizie c’era già e abbiamo potuto documentare quanto e come succedeva in Piazza Litta.

Pubblicità

7 anni per abbattere un muro

Alle volte non si può fare a meno di sottolineare certi particolari. Sono 7 anni che il muro diroccato della ex casa del Gin è lì. L’amministrazione Venegoni ha aspettato la campagna elettorale per le elezioni amministrative 2019 per abbatterlo. Se non fosse che i miracoli li fa solo il Signore, probabilmente in questa settimana troveremo il sindaco uscente e la sua giunta con pale, malta e picconi a lavorare notte e giorno per far vedere sistemano la piazza. Invece , data l’esperienza passata, immagino già che se le elezioni comunali le vince Venegoni con la lista incontro, in piazza Litta a Ossona per i prossimi 7 anni avremo un cantiere al posto del muro diroccato.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.