Milano città metropolitanaCorbettaEventiPolitica

Riccardo Grittini vuole la distribuzione di preservativi contro l’aids

Corbetta – L’assessore, e capogruppo Lega Nord, del Comune di Corbetta (MI) Riccardo Grittini si impegna nella lotta all’Aids con una iniziativa che farà discutere parecchio, al prossimo consiglio comunale, previsto per il 26 novembre. La farmacia comunale potrà esesre chiamata alla distribuzione gratuita di preservativi maschili e femminili. Riccardo Grittini ha fatto sue le proposte del vicepresidente del consiglio Fabrizio Cecchetti.

Annunci

“Impegna la Giunta ad attivarsi presso ASL 1 Milano (Dipartimento di Prevenzione Medico – Centro di Riferimento HIV e Malattie a Trasmissione Sessuale) per avere in forma gratuita una fornitura di profilattici maschili e femminili da distribuire presso la farmacia comunale assieme ad un libretto illustrativo di prevenzione”. Questa è la proposta contenuta nella mozione presentata dall’assessore-Capogruppo Riccardo Grittini (Lega Nord). Oltre a Grittini, primo firmatario e promotore, hanno aderito anche il Capogruppo Luciano Bisatti (Viviamo Corbetta) e Andrea Balzarotti ( Forza Italia).

Annunci

la scala Rho b&b

“La nostra Regione Lombardia si colloca al primo posto in Italia per incidenza di nuove diagnosi di infezione da HIV.  Come Amministratori di Corbetta abbiamo il dovere di tenere alta l’attenzione e l’ambito di intervento per l’istituzione comunale è la prevenzione.” ha commentato Riccardo Grittini.
La mozione verrà discussa e votata durante il  prossimo Consiglio Comunale, che è in programma per Giovedì 26 novembre alle ore 19.

Annunci

la scala Rho b&b

Il giovane assessore continua il suo commento con preoccupazione: “Avendo letto  i preoccupanti numeri sollevati dal Vice Presidente del Consiglio Regionale Fabrizio Cecchetti, dopo aver visitato il centro Malattie a Trasmissione Sessuale di viale Jenner a Milano, mi sono attivato subito nell’ambito delle miei competenze di Consigliere Comunale. Il Primo dicembre, giornata mondiale contro HIV, non deve essere solamente una giornata isolata,  ma deve diventare il punto di partenza per iniziative e momenti di confronto che coinvolgano 360° la farmacia comunale H24, che in questo modo diventerà  il punto di riferimento per le informazioni sull’ HIV ma anche sulle altre malattie sessualmente trasmissibili”. Da non dimenticare anche le Ectoparassitosi.

Lo scorso 20 novembre infatti, il vicepresidente del consiglio di regione Lombardia Fabrizio Cecchetti, anche lui appartenente al Movimento Lega Nord, aveva visitato il CHR-MTS,la struttura sanitaria regionale che si occupa delle malattie a trasmissione sessuale e ha reso noto che il 1 dicembre 2015 vi sarà una distribuzione gratuita di preservativi davanti alle scuole superiori milanesi cui parteciperà personalmente. Su tutte le confezioni di preservativi, sia maschili sia femminili , oltre a note comportamentali e contatti del centro MTS, compare anche la Rosa camuna, simbolo di Regione Lombardia.

Annunci

La Lombardia, insieme al Lazio, è al regione con il piu alto numero annuale di nuovi casi di Aids. Questo fenomeno è localizzato soprattutto nell’area di Milano. Non è la prima volta che Fabrizio Cecchetti e Riccardo Grittini, per quanto riguarda il Comune di Corbetta, si espongono e si impegnano in prima persona nella lotta alla diffusione dell’AIDS. Ne avevamo già parlato. Una distribuzione di preservativi era già stata effettuata lo scorso anno, e  Fabrizio Cecchetti nell’articolo proteggiamo i giovani lombardi da Aids e Hiv dell’agosto del 2014 aveva sollevato il problema lombardo con decisione. 

Quest’anno vi è stato un piccolo vertice fra  Cecchetti, il direttore generale dell’Asl di Milano Walter Locatelli, Gianmarino Vidoni e Livia Brignolo, responsabili del Centro CHR-MTS.   CHR-MTS è, in Lombardia, una sorta di task-force regionale sul fronte anti Aids e malattie sessualmente trasmissibili.

“Gli ultimi dati disponibili dicono che in Lombardia ci sono in trattamento antivirale 26 mila pazienti, 12 mila dei quali residenti a Milano. Senza contare che oltre il 50% dei sieropositivi non sono consapevoli di aver contratto il virus, per questo motivo si stimano più di 50mila Hiv positivi nella nostra Regione. Il fatto che si parli sempre meno del rischio Aids però non è un bel segnale che diamo ai giovani e alla società. Ecco perché  l’attenzione deve essere sempre alta e le problematiche riguardo ai comportamenti sessuali devono continuare ad essere diffuse e divulgate”.

Ha detto infine Fabrizio Cecchetti. “Non scandalizziamoci davanti a un preservativo! Girare la testa dall’altra parte e non capire che solo attraverso corretti comportamenti sessuali si batte l’Aids vuol dire non avere per niente in considerazione la vita dei nostri giovani e il bene della nostra comunità”.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.