La ribellione delle Matite: dopo Parigi il buonismo come aria fritta

Parigi e il mondo sono stati travolti dall’odio più abbietto, dall’intolleranza più stupida e senza senso: E’ ormai chiaro a tutti che con certe popolazioni il dialogo, il buonismo, il considerarli nostri pari è cosa inutile ma soprattutto sbagliata: l’Islam non è il Cristianesimo, ma una religione che ne è agli antipodi, dove l’odio l’intolleranza e la violenza vengono inculcati fin dalla più tenera età.

Pubblicità

Chi si vuole illudere che “siamo tutti fratelli” non ha mai letto una riga del Corano, dove si dice testualmente che “l’Ebreo o il Cristiano, va convertito o ammazzato” (gli uomini) e le loro donne “violentate e assoggettate”.
Noi siamo Cristiani, noi siamo italiani e anche se atei siamo comunque uomini liberi che nulla hanno a che spartire con certi estremismi che sono lontani anni luce dalla nostra cultura.

Pubblicità

Dobbiamo finalmente metterci in testa che l’Islam è una religione che non ammette altre religioni che non la sua. Le altre devono (per loro!) venire annientate. Vi ricordate i budda presi a cannonate dai talebani?
Con certi personaggi non si può e non si deve ragionare: Con certi personaggi bisogna mettere in chiaro fin da subito che noi non intendiamo rinunciare alla nostra identità, libertà, tradizioni, religione e cultura.

Se vogliono stare nel nostro paese sono loro che si devono adattare alle nostre leggi e usanze, non noi che dobbiamo cedere a compromessi assurdi “per non urtare la sensibilità del bambino islamico alla vista del nostro crocefisso. Ma stiamo scherzando? In quale altro paese si è vista un’assurdità del genere? Se fossimo noi ad andare da loro pensate che ci toglierebbero la loro mezzaluna “per non urtare la sensibilità del bambino europeo?”

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

Ma siamo seri e orgogliosi della nostra storia bimillenaria, fieri del nostro patrimonio culturale. Non permettiamo a nessuno di estirpare le nostre radici. Diciamo tutti uniti no alla violenza. no a chi la istiga, nelle moschee, che dovrebbero essere chiuse , visto che per loro non sono l’equivalente delle nostre chiese, ma sordidi luoghi di  aggregazione dove gli iman istigano agli attentati e al terrorismo. Diciamo basta a tutto questo. Svegliamoci e ritroviamo il nostro orgoglio e la nostra dignità di uomini. (vignetta di GioBa)

Stella Mei

Stella Mei

Sono nata nel 1964 a Reggio Emilia e mi sono trasferita a Milano dove mi sono diplomata nel 1982 come grafica pubblicitaria, presso l'ateneo 3A e in fumetto e illustrazione presso la scuola del Fumetto. Nel 1985, insieme a Manuela Rusconi, nipote dell'editore, ho aperto lo Studio Grafico SM. Lavoro con le più importanti agenzie pubblicitarie, illustro libri scolastici e per ragazzi. creo personaggi per agenzie di gadget firmandoli come Starlet e pubblico vignette su testate di enigmistica e quotidiani. Ho qualche libro al mio attivo e sono la segretaria del Museo dei Lucchetti www.museodeilucchetti.eu, museodeilucchetti@libero.it. Cercatemi sul mio sito internet: http://www.studiograficosm.it/

Commenta qui