La storia contemporanea del mondo nelle cartoline di Carlo Furbelli. La mostra a cura del Centro Didattico Milanta Ets. Magenta

La mostra con Marcello Mazzoleni (sx) e Carlo furbelli (dx)

Il Centro Didattico Culturale Milanta Ets ci ha ormai abituato allo straordinario nel viver quotidiano. Stavolta si è avvalso della collezione di cartoline di Carlo Furbelli, inverunese oggi residente a Furato, per mostrare la storia del mondo odierno. Come? Negli scritti e nelle immagini di cartoline inviate in seno al circuito di Postcrossing.

Pubblicità

In casa Giacobbe, da venerdì 16 ottobre 2020 e fino al 18 ottobre 2020, sono in mostra 587 cartoline provenienti da tutto il mondo. La mostra resterà aperta dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Inoltre, sabato 18 ottobre, si terrà un incontro alle 16 di presentazione della mostra e di descrizione delle cartoline stesse. La mostra è patrocinata dal Comune di Magenta.

Pubblicità

Come nasce la mostra

“Da sempre sono stato molto curioso e, navigando in rete, mi sono imbattuto sul sito del Postcrossig e mi sono iscritto – premette Carlo Furbelli – Si riceve un indirizzo a cui spedire una cartolina del posto in cui si vive e, “al buio”, il tuo indirizzo viene dato a una persona del mondo che ti scriverà una cartolina dal posto in cui vive. Non necessariamente ci si può scrivere e rispondere, anche se alcune delle persone conosciute con questo sistema le ho trovate su facebook e ci siamo  corrisposti”.

Le cartoline sono identificate da un codice e vengono registrate in seno al sistema di Postcrossing. Nell’arco di 4 anni, Carlo Furbelli ne ha ricevute 587 che oggi costituiscono la mostra di casa Giacobbe.

Pubblicità

“Era un peccato tenere nel cassetto tutte queste cartoline e con il Centro Didattico Milanta ne abbiamo fatto una mostra  – prosegue – Ogni cartolina rappresenta un pezzetto di storia e di cuore della persona che la scrive. La cartolina mostra il luogo in cui vive la persona e ad essa si inanella il francobollo che ha a sua volta delle particolarità. E poi ancora c’è lo scritto del mittente, la calligrafia che mostra tanto di lui/lei ed è come se si entrasse un poco nella mente di chi la spedisce. Si condividono pensieri con persone da tutto il mondo, che vivono e vedono la vita in modo diverso da noi, perché vivono in luoghi diversi dai nostri, pensano in maniera diversa”.

La corrispondenza è una delle tante passioni di Carlo Furbelli che ci racconta che negli anni Ottanta scriveva già cartoline a una ragazza polacca ottenendo il via libera dalla censura, ed ancora, per 6 mesi ha parlato tramite facebook con una ragazza islamica delle Georgia. Insomma, una passione che ora, con il Postcrossing, può essere davvero alla portata di tutti.

Carlo Furbelli

Pubblicità

Culture digitali

Nato nel settembre del 1951 a Inveruno (MI), Carlo Furbelli si presenta: “Sono Bilancia scendente Leone. L’astronomia è un aspetto laterale dell’Astrofilia, ed entrambe fanno parte delle mie bizzarre antitetiche – spiega il nostro personaggio – Ho fatto studi che definirei normali: le scuole medie alla ‘4 Giugno 1859’ e Ragioneria all’Einaudi di Magenta.

Dopo essere rimasto rigorosamente single (in dialetto: giuinasc), ho passato una quarantina di anni di lavoro in banca, a contatto con le persone dei nostri paesi. Dalla pensione in poi, i miei interessi sono sempre rimasti quelli inerenti alle diverse curiosità, un po’ meno la mobilità, ma anche gli anni che passano hanno le loro esigenze”.

La storia contemporanea del mondo nelle cartoline di Carlo Furbelli. La mostra a cura del Centro Didattico Milanta Ets. Magenta 1 16/10/2020 Magenta
Carlo Furbelli

Cos’è il Postcrossing

Il Postcrossing è un processo che permette alle persone di ricevere cartoline da tutto il mondo. Ogni volta che un utente spedisce una cartolina ad un altro utente, a sua volta il primo riceverà la cartolina da un terzo utente (diverso). Per confermare l’effettivo ricevimento della cartolina, quest’ultima viene registrata su www.postcrossing,com

Postcrossing fu creato quasi per gioco dal portoghese Pulo Magalhaes nel luglio del 2005, Amando collezionare cartoline, e sapendo che altri avevano il suo stesso hobby, nel suo tempo libero Paulo creò il sito. Il progetto ebbe un risultato e un successo inaspettati. Si diffuse presto in altri paesi e ricevette l’attenzione dei media.

Da allora la crescita del Postcrossing fu rapidissima: a soli tre anni dalla nascita, poteva contare su 50mila membri provenienti da 182 paesi diversi.

Nel 2012, si è toccato la soglia di 10milioni di cartoline spedite nel circuito; nel 2013 si è registrata la cartolina numero 20milioni; nel 2017sono arrivate a 40milioni le cartoline del circuito e nel 2020 si è superato quota 50milioni.

Sul sito web è inoltre possibile visualizzare, su un planisfero, tutte le cartoline inviate e ricevute dall’utente, visualizzando inoltre il percorso (in linea d’aria) effettuato da ognuna di esse.

Pubblicità

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 707 Articoli
Giornalista

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.