Lega Nord: l’arrivederci a Stefano Candiani il 30 gennaio

Cerro Maggiore  – Stefano Candiani, 52 anni, ex consigliere provinciale della Lega nord e assessore a Cerro Maggiore (Mi) fino a qualche anno fa, ci ha lasciato. E’ caduto dal tetto di un capannone, poco dopo mezzogiorno del 21 gennaio.
Alla sera gennaio si era diffusa la notizia della sua morte, poi nella mattina del 22 gennaio la morte è stata smentita. Pur versando in condizioni disperate, il suo cuore batteva ancora. Poi, nel pomeriggio del 22 gennaio la notizia che Stefano non c’è più e che ha donato gli organi. I Funerali di Stefano Candiani avranno luogo Sabato 30 Gennaio 2016 alle ore 10.30, presso la Chiesa parrocchiale di Cerro Maggiore, Piazza SS Cornelio e Cipriano.

Stefano CandianiPoco prima di mezzogiorno del 21 gennaio, Stefano Candiani, 52 anni, era sul tetto della sua abitazione che confina con un capannone di famiglia, in via Alessandro Manzoni a Cerro Maggiore, per alcuni controlli, quando ha posato inavvertitamente i piedi su una lastra di plexiglass, che copriva un lucernario del capannone.
Sotto il suo peso, e forse a causa del gelo di questi giorni, la lastra si è spezzata facendolo precipitare all’interno del capannone stesso. Stefano è caduto da un’altezza di circa sei metri e sembra abbia battuto violentemente la testa, e abbia perso conoscenza. Sul posto dell’incidente sono intervenuti anche i carabinieri di Legnano per gli accertamenti.
Le Stefano Candiani  condizioni sono subito apparse molto gravi.
E’ stato immediatamente soccorso da un’ambulanza della Croce Rossa di Legnano e da un’automedica con a bordo dei medici e ricoverato all’ospedale di Legnano, in codice rosso e in prognosi riservata. Inizialmente le notizie diffuse parlavano di condizioni gravissime e che i medici si sono riservati la prognosi. Le ultime notizie, arrivate in tarda serata avevano fatto perdere ogni speranza ai suoi amici. Questa mattina invece si parla di condizioni di coma irreversibile, ma il suo cuore batte ancora.

Stefano Candiani è molto conosciuto a Cerro Maggiore e nella Lega Nord del Ticino, di cui è stato segretario provinciale per alcuni anni. Dopo due mandati come assessore a Cerro Maggiore, con l’amministrazione di Marina Lazzati, era stato consigliere provinciale fino allo scioglimento della provincia di Milano. Militante della Lega Nord da sempre, era stato candidato come deputato anche nelle ultime elezioni politiche, e non è stato eletto solo per una manciata di voti.
Andrea Bartolini, attuale segretario della Lega Nord della provincia del Ticino, quando è stato informato dell’incidente accaduto ad uno dei suoi uomini ha commentato: ” Sono costernato. Non abbiamo ancora notizie precise delle sue condizioni, che spero non siano gravi come dicono. Spero solo che riesca a riprendersi e a guarire al più presto. Con tutta la Lega Nord del Ticino siamo vicini a lui e alla sua famiglia. Vogliamo rivederlo presto in piedi e pronto a continuare con noi le nostre battaglie.”
Anche io, come tanti, conosco Stefano Candani da parecchio tempo e so che è un osso duro. Non cederà facilmente. Mulà No, si dice fra noi leghisti.

Aggiornamento 21 gennaio 2016 ore 22. Dopo aver saputo delle condizioni di Stefano Candiani, ho preferito lasciare l’articolo e dichiarazioni come erano, con la testimonianza della speranza e della fratellanza dei leghisti che hanno animato i momenti in cui si è saputo dell’incidente. Purtroppo, non siamo arbitri del nostro destino. Dobbiamo prendere la vita, e la morte, come ci capita. Nel momento in cui ci capita. Arrivederci, Stefano.

22 gennaio 2016.
Ieri sera si era velocemente diffusa, fra i militanti della Lega Nord del Ticino, la notizia che Stefano Candiani era spirato. Questa mattina, invece, si è riaccesa la speranza. Pur versando in condizioni disperate, il suo cuore batte ancora. Sono ore difficili e restiamo a fianco della famiglia, anche di quella allargata della Lega Nord, nell’attesa e coltivando, anche cercando di non illuderci, quella piccolissima speranza, che potrebbe riportare l’amico fra i suoi amici.
22 gennaio 2016 ore 16,30.
Purtroppo la debolissima speranza non ha avuto seguito. Stefano Candiani è morto oggi pomeriggio, salvando la vita di altre persone. Ha infatti donato gli organi.
26 gennaio 2o16.
La segreteria provinciale della Lega Nord del Ticino ha comunicato che i Funerali di Stefano Candiani avranno luogo Sabato 30 Gennaio 2016 alle ore 10.30, presso la Chiesa parrocchiale di Cerro Maggiore, Piazza SS Cornelio e Cipriano. Il Rosario si terrà mezz’ora prima della cerimonia. La Camera ardente è allestita all’Ospedale nuovo di Legnano (Obitorio) e sarà aperta Giovedì 28 Gennaio dalle ore 15.00 alle ore 17.00.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2350 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

1 Commento

  1. Buon Viaggio Amico Leghista Stefano Candiani- prega anche per noi e seguici di lassù! Condoglianze alla famiglia tutta. Purtroppo le bell persone le rapisce quel Dio insaziabile di anime oneste!

Rispondi