Zona ZaraMilanoMontalbinoZona farini

Gambizzato in viale Marche, a Milano. I carabinieri a caccia del colpevole

Ieri, in viale Marche, poco dopo le 18:00 un uomo un 40enne italiano, con diversi precedenti di polizia, è stato gambizzato mentre si trovava in strada. Il suo aggressore, che è fuggito facendo perdere le sue tracce, gli ha sparato quasi a bruciapelo quattro colpi di pistola, all’altezza del numero civico 93. 

Pubblicità

La chiamata al numero 112 è arrivata alle 18:17. Sul posto Si sono precipitati i carabinieri del nucleo radiomobile e della compagnia Duomo, gli agenti della polizia locale di Milano un’ambulanza della Misericordia di Milano e un automedica proveniente dalla ATT milanese.

Pubblicità

I soccorritori hanno prontamente assistito sul posto e ferito e poi lo ha lo trasportato in codice giallo all’ospedale di Niguarda. Non è il pericolo di vita. Mentre gli agenti della polizia locale si sono occupati di cinturare la zona e governare il traffico, tenendo lontano i curiosi, i Carabinieri della squadra scientifica quando effettuato i rilievi per ricostruire la dinamica della sparatoria e identificare l’autore.

Pubblicità

Le indagini sono attualmente in corso con le attività tecniche, che consistono nell’ individuazione e visione delle immagini di tutte le telecamere di videosorveglianza presenti nella zona e dell’ascolto dei testimoni oculare del fatto. In genere, a Milano l’individuazione dei colpevoli di fatti simili non supera le 48 ore, specialmente quando si sono svolti in vie affollate e in orari di punta.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.