CertosaMilano

Cosa produce la stazione di piazza Certosa quando è sotto osservazione

Tra la mattina del 29 febbraio e il pomeriggio di venerdì 1 marzo, tra la stazione di Milano Certosa e il Portello , gli agenti della polizia di stato hanno arrestato 3 persone, per spaccio. Altre 4 persone sono state segnalate come assuntori di stupefacenti e, secondo la legge, perderanno la patente di guida e dovranno disintossicarsi

Pubblicità

Gli egiziani

Nel pomeriggio del 29 febbraio, i poliziotti del Commissariato Quarto Oggiaro, si erano appostati nel piazzale della stazione Certosa, noto luogo di spaccio, al punto che spesso, quando si scende dal treno, si è investiti da nuvole di odore di marijuana. I poliziotti in borghese hanno avvistato sin da subito i movimenti sospetti nel piazzale. 3 nordafricani sono stati, infatti, a più riprese avvicinati da diversi passanti che, dopo una breve trattativa, hanno acquistato dei piccoli involucri in cambio di banconote.

Pubblicità

Dopo un breve periodo di osservazione, i poliziotti hanno constatato che i tre stavano collaborando tra loro nel negoziare con i clienti e distribuire la droga. Uno di loro aveva con sé quello che sembrava, visto da lontano, un panetto di hashish che nascondeva all’interno del cavallo dei pantaloni.

Pubblicità

Dopo averli osservati e al momento giusto, gli agenti del Commissariato hanno deciso di intervenire e hanno bloccato due dei tre spacciatori. Sono un 29enne egiziano con precedenti per spaccio e un 20enne, anch’egli egiziano, senza precedenti. Il terzo nordafricano è riuscito a scappare dopo essersi disfatto del panetto di hashish da 40 grammi, poi raccolto e sequestrato dagli agenti. Il 29enne egiziano era tra l’altro già destinatario di un decreto di espulsione, cui non aveva ottemperato ed è quindi stato denunciato anche per la violazione della normativa sull’immigrazione.

Intanto, altri poliziotti impegnati nella stessa operazione hanno seguito e fermato i quattro acquirenti, tre uomini stranieri e una donna italiana, che avevano acquistato la droga dagli spacciatori. Li hanno trovati ancora in possesso dello stupefacente appena acquistato e saranno così segnalati al Prefetto quali assuntori di stupefacenti.

Pubblicità

Il marocchino

Nel pomeriggio di ieri, i poliziotti di due Volanti, una del Commissariato Quarto Oggiaro e una del Commissariato Comasina, erano appostati sul piazzale della Stazione Certosa. Dopo pochi minuti, hanno notato la presenza di un giovane nordafricano, apparentemente intento a spacciare droga. Anche in questo caso i poliziotti hanno atteso l’arrivo di un cliente e l’acquisto di un piccolo involucro, che ha pagato con una banconota da 10 euro.

I poliziotti hanno fermato l’acquirente della sdroga, che è stato segnalato al Prefetto) e controllato lo spacciatore che ha tentato, senza successo, di darsi alla fuga verso il sottopassaggio di via Triboniano. Una volta bloccato è stato perquisito. Il giovane aveva una piccola quantità di hashish, era senza documenti ed irregolare sul territorio nazionale. Anche per lui quindi, poi compiutamente identificato per un 22 enne marocchino, è scattato l’arresto in flagranza.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.