MilanoPrima Pagina

La metropolitana di Milano fa acqua da tutte le parti

Nelle stazioni della metropolitana di Milano, nei giorni di pioggia, compaiono secchi e catini per raccogliere l’acqua che filtra dei tetti fino ai piani più  bassi, quelli dove scorrono i binari. Il difficile rapporto della città con l’acqua è un fatto storico. È un po’  strano però che, all’alba del 2024, non sia cambiati i sistemi per rimediare al fastidioso e pericoloso problema delle infiltrazioni nella metropolitana.

Pubblicità

Alla stazione della metropolitana di Cadorna

Un antico proverbio milanese parla di quanto succede nella metropoli quando piove: “Lapis much fa spegash. A Milan quan piove guten i tecc, i cess s’engurghen e i stronz galegen”. È un proverbio in milanese stretto di cui il significato è facilmente intuibile. Lo si può tradurre cosí “Tempera la matita prima di scrivere: quando piove a Milano i tetti gocciolano, i gabinetti si ingorgano e gli stronzi galleggiano.” È un monito anche per i politici cittadini tentati di indorare situazioni, riguardo la città, che hanno ben poco di dorato.

Pubblicità

A Molino Dorino

metropolitana,Milano. La metropolitana di Milano fa acqua da tutte le parti - 01/03/2024

La verità è questa: più si va verso la periferia più i tetti delle stazioni interrate del metrò, di tutte le linee, gocciolano, ci sono piccoli rivoli pronti a ingrandirsi fino a trasformarsi in piccole cascate. Non si tratta di un sintomo dello storico problema con l’acqua ma è sintomo è della mancanza di manutenzione di uno dei principali mezzi di trasporto della principale città d’Italia. Se non fosse cosí, durante le giornate di pioggia gocciolerebbero anche le stazioni della metropolitana del Centro città.

Pubblicità

La doccia al Capolinea di via Bisceglie

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.