Corso ComoMilano

Catturati altri 2 componenti della baby gang di Corso Como. Sono accusati di tentato omicidio

La polizia ha trovato chi ha partecipato al tentato omicidio in corso Como. Due giovani di 19 anni sono stati accusati e arrestati per aver partecipato al tentativo di uccidere, il 4 novembre del 2023 in Corso Como a Milano, due ragazzi italiani di 21 e 22 anni. I due arrestati sono cittadini italiani di origine marocchina e senegalese e dovranno rispondere di tentato omicidio in concorso. Il giovane di 21 anni era stato colpito da 11 fendenti in varie parti del corpo, gli hanno procurato la perforazione di un polmone con conseguente pneumotorace e collasso. È stato salvato in extremis. Il 22enne invece era stato colpito da una coltellata alla mano.

Pubblicità

Secondo quanto ricostruito dai poliziotti del commissariato Garibaldi Venezia, i due 19enni hanno avvicinato il 21enne che si trovava in compagnia di amici con un atteggiamento di sfida che mirava pienamente a iniziare una rissa, forti anche della presenza di altri loro coetanei. Prima avevano minacciato il gruppo Poi ingaggiato Una vita passata di vie di fatto nel corso della quale il ventunenne era stato bloccato al suolo è ferito più volte con un coltello alla schiena, alle braccia e alle gambe. Subito dopo i due erano fuggiti facendo perdere le loro tracce.

Pubblicità

la scala Rho b&b

I poliziotti Arrivati sul posto insieme ai soccorsi erano riusciti a identificare e arrestare tre ragazzi minorenni che avevano partecipato ai fatti. Poi le indagini erano continuate e, tramite delle intercettazioni e altre attività di investigazione, hanno individuato i due maggiorenni. Le prove raccolte hanno convinto i giudici che hanno emesso l’ordinanza di arresto e di custodia in carcere in via cautelare. Ora i due 19enni si trovano nel carcere di San Vittore a Milano

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.