DuomoMilano

23 enne della Guinea arrestato per atti osceni in ottimo italiano in metropolitana


Alle 13.35 di ieri, su 24enne della Guinea, che parla un italiano piuttosto fluente, è stato fermato per atti osceni e resistenza a pubblico ufficiale dalla polmetro a bordo di un treno della metropolitana rossa, che correva verso Sesto San Giovanni. Aveva un atteggiamento molesto nei confronti delle donne presenti sulla carrozza. E’ irregolare con precedenti per reati contro la persona e contro il patrimonio, un modo legale che è già stato accusato di violenza e di furto,

Pubblicità

i poliziotti lo hanno notato mentre guardava insistentemente le donne presenti e, tenendo le mani in tasca, si toccava in modo evidente le parti intime. Fermato dai poliziotti e invitato a scendere alla fermata di Cordusio per essere identificato è risultato essere senza documenti. Dopo aver apostrofato i poliziotti con frasi come ” il c…o è mio e ci faccio quello che voglio” e ” Chi c…o sei tu per dirmi di non mettermi le mani nelle mutande” e li ha aggrediti.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Uno degli agenti ha avuto due giorni di prognosi dopo aver ricevuto una botta. Il linguaggio forbito e l’assoluta padronanza dell’italiano non sono però serviti al 24enne per evitare di essere arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e denunciato, in stato di libertà, per atti osceni in luogo pubblico.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.