CorvettoMilano

Coltelli, coltellacci e pistole trovate al Corvetto

UN normale controllo della polizia di stato ha portato alla scoperta di un arsenale di coltelli di ogni tipo. Ieri mattina, un volante della polizia di Stato che percorreva via Toffetti, nel quartiere Corvetto, ha notato un uomo che si comportava in modo strano e ha deciso di fermarlo per un semplice controllo dei documenti. Forse li ha insospettiti l’atteggiamento un po’ da smargiasso, ma poco intelligente, tipico di chi ha appena assunto qualche droga. Al momento della richiesta di controllare i documenti, infatti l’uomo si è comportato, a parole, in modo aggressivo nei confronti degli agenti. ” Vado a casa, prendo una pistola, torno e vi sparo” e “Io posso perchè ho il porto d’armi”, ha detto loro.

Pubblicità

I poliziotti lo hanno preso sul serio e nel controllo di documenti hanno visto subito, tramite il tablet collegato allo Sdi, che il 40enne italiano non aveva porto d’armi. lo hanno perquisito , ma addosso non aveva nulla di pericoloso, né droga né armi, ma per sicurezza hanno deciso di effettuare un controllo nella sua abitazione, che si trova poco distante, in via Bacchiglione. Appena entrato in casa, il 40enne è corso al divano. I poliziotti lo hanno fermato appena in tempo, fra le pieghe della stoffa e i cuscini c’era un coltello a serramanico di 21 centimetri.

Pubblicità

Il video dei coltelli

Nascosto in un armadio c’era un pacchetto di hashish, che ha confermato i sospetti dei poliziotti, ma non è stata quella la sorpresa. Nell’appartamento c’era un arsenale di coltelli a serramanico di vario tipo, una pistola a forma di penna, calibro 22, vari pezzi di pistola, fra cui delle ogive, e cilindri con n meccanismo a scatto, il castello di una beretta con al canna colorata di rosso e la canna chiusa, una pistola a gas, una serie di proiettili calibro 9 e altri calibro 9×21, più 100 colpi a salve. I vari armamentari fanno sospettare che l ‘uomo costruisse armi da sparo in proprio.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.