BaggioMilano

La lite di 2 60enni a causa di una pelliccia a Baggio apre a conclusioni inaspettate

Una lite fra due italiani 60enni, a causa di una pelliccia, in un appartamento di via Chinotto, nella zona di Baggio, avvenuta ieri pomeriggio intorno alle 12,30 ha portato i poliziotti del commissariato di via Lorenteggio a effettuare un sequestro di droga. La donna

Pubblicità

Qaundo ha avuto la peggio la donna ha chiamato il 112. La centrale operativa ha quindi inviato sul posto una volante della polizia di Stato. All’arrivo della polizia, la donna si è dichiarata assuntrice di cocaina e ha detto di aver consegnato all’uomo una pelliccia per aver in cambio 200 euro di droga, ma che l’uomo si era tenuto la pelliccia senza darle la droga, asserendo in più che lei avesse un debito di ulteriori 300 euro da saldare. La donna ha chiamato il 112 per contestare il debito.

Pubblicità

La naturale perquisizione dell’appartamento del 60enne ha permesso di appurare che l’uomo era in possesso di 35 grammi di cocaina e di 240 grammi di varie droghe sintetiche. Sono stati trovati anche 4.640 euro in contanti, in banconote di vario taglio. L’uomo è stato arrestato e la donna è rimasta senza droga, ha però avuto la sua soddisfazione nel veder punito lo spacciatore. Non sappiamo ancora che fine abbia fatto la pelliccia. Resterà parte degli oggetti sottoposti a sequestro, anche probabilmente per stabilirne la provenienza, o le sarà restituita?

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.