FieraCascina BullonaMilanoMondoSempione

Presi i rapinatori di piazza Damiano Chiesa

I rapinatori che avevano colpito in piazza Damiano Chiesa, a Milano, a ottobre 2022 sono stati catturati. La Polizia di Stato, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Milano, ha arrestato e messo in custodia cautelare 3 uomini provenienti dall’Est Europa e ha imposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per un 53enne italiano. Sono tutti residenti tra Milano e Varese e mentre i tre dell’est Europa sono accusati di rapina aggravata in concorso. il 53enne italiano è accusato di favoreggiamento personale. Non ha collaborato con le forze dell’ordine.

Pubblicità

la scala Rho b&b

I fatti

Le indagini dei poliziotti del Commissariato Sempione sono iniziate con una rapina avvenuta il 19 ottobre 2022, in piazza Damiano Chiesa, ai danni di un 36enne egiziano. Il 36enne era stato incaricato da uno zio residente a Dubai, dove è iniziata la trattativa, di consegnare un acconto di 20mila euro per la compravendita di 40 automobili ibride provenienti dall’Italia, e invece era stato chiuso in un’auto, tenuto sotto il tiro di una pistola semiautomatica e derubato del denaro.

Pubblicità

I 3 rapinatori sono padre di 47 anni, figlio di 20 e figliastro 24enne. Erano arrivati in piazza Damiano Chiesa, avevano fatto salire la vittima sulla loro auto, l’avevano rapinata e poi erano fuggiti con una seconda auto. Per identificarli, I poliziotti hanno utilizzato filmati e tabulati telefonici, e sono riusciti a trovarli nonostante avessero utilizzato auto radiate dal registro delle auto circolanti, telefoni con utenze finte e altri accorgimenti. È in questo modo che è stato coinvolto il 53enne, accusato di favoreggiamento, che ha ricevuto oltre 700 tra chiamate e messaggi nei momenti della rapina e non ha collaborato con le forze dell’ordine e non ha fornito spiegazioni.

Pubblicità

Il video dell’arresto

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.