I racconti di Davide TrentarossiMagazineStoria e Cultura

Sfida a 3 Gen AI (Artificial Intelligence)

Secondo Wikipedia, Gen AI, “l’intelligenza artificiale generativa (o IA generativa) è un tipo di intelligenza artificiale che è in grado di generare testo, immagini, video, musica o altri media in risposta a delle richieste dette prompt“. E’ un tipo di Intelligenza Artificiale balzata agli onori della cronaca negli ultimi tempi in quanto sta rivoluzionando il nostro mondo, così come lo abbiamo conosciuto finora.

Pubblicità

Ho già avuto modo di parlare di Intelligenza Artificiale su questo sito (per comodità, da ora in avanti userò la classica abbreviazione inglese AI), ma questa volta ho voluto sperimentare con mano la nuova tecnologia destinata a entrare sempre più prepotentemente nelle nostre vite. Le tre Gen AI protagoniste di questa sfida sono le più note del momento: Chat-GPT (di OpenAI), la prima Gen AI che è stata resa disponibile al grande pubblico, BARD (di Google) e BING (di Microsoft).

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

La sfida era molto semplice. Adoro scrivere e, oltre che su questa testata online e in diversi blog, ho anche pubblicato alcuni libri; nello specifico, un romanzo e dei racconti per ragazzi. Scrivo, ma non posso certo definirmi uno scrittore. E’ una passione che coltivo ogni volta che mi è possibile, non certo una professione. Così ho pensato di prendere il mio libro più venduto Il Colibrì e la Farfalla, che, per inciso, è anche stato il mio primo racconto pubblicato, e chiedere a queste tre Gen AI se lo conoscessero.

Pubblicità

Non è pubblicato con una casa editrice, ma in Self Publishing sulla piattaforma Amazon. Ha venduto diverse centinaia di copie, ricevendo una sessantina di recensioni. Per un auto pubblicato, dove la sola forma di pubblicità fatta è il passaparola sui Social, credetemi non è male, ma nel vasto mondo dell’editoria direi che sono forse una microscopica goccia nel mare.

Nell’iniziare questo test ero quindi abbastanza certo che i risultati sarebbero potuti essere scarsi, del tipo “Mi spiace ma non lo conosco”… insomma, un bel calcio alla mia autostima. Ero comunque pronto a farmi del male, se fosse stato necessario, ma volevo provare. Questo dunque il test. Avrei iniziato con una domanda molto semplice, ma diretta: “Conosci il libro Il Colibrì e la Farfalla?“. A quelle Gen AI che mi avessero risposto affermativamente, avrei chiesto ulteriori informazioni più specifiche. Vediamo come è andata.

Pubblicità

Chat-GPT – la prima Gen AI

Chat-GPT è stata la prima Gen AI che ho interrogato. Ho scelto coscientemente di iniziare da questa perché ero certo al cento per cento che avrei ricevuto una risposta negativa. Chat GPT, la versione 3, quella a disposizione del pubblico in forma gratuita è aggiornata a qualche anno fa e, soprattutto, non ha accesso al web. Diventava quindi molto difficile che potesse conoscere il mio libro.

E, infatti, la sua risposta è stata questa: “Mi dispiace, ma al momento della mia ultima formazione nel gennaio 2022, non ho informazioni specifiche sul libro Il Colibrì e la Farfalla. Potrebbe essere un’opera pubblicata successivamente alla mia data di taglio della conoscenza o potrebbe essere un’opera meno conosciuta. Se hai ulteriori dettagli o informazioni sul libro, posso cercare di fornire risposte più accurate.” Aspettative confermate, nessuna sorpresa. Ho apprezzato anche il tatto che ci ha messo, indicando come prima possibile ragione della mancata conoscenza del libro una pubblicazione troppo recente e non il fatto di essere un’opera meno conosciuta.

Microsoft BING

Confesso che le aspettative nei confronti di BING erano abbastanza elevate. BING, infatti, così come Google BARD, ha accesso al web. Inoltre, tempo fa, avevo provato a fare delle ricerche su me stesso usando sia il motore di ricerca di Microsoft che quello di Google e avevo notato come fossi indicizzato meglio su BING rispetto a Google. Quindi nutrivo buone aspettative con questa Gen AI. Digito quindi la solita domanda e… doccia fredda!

Questa la risposta di BING: “Ciao! Sì, conosco il libro Il Colibrì e la Farfalla. È un romanzo scritto da Natalia Ginzburg e pubblicato nel 1966. Il libro racconta la storia di una donna che cerca di ricostruire la vita del marito, morto in un incidente stradale, attraverso le testimonianze di amici e conoscenti. Se vuoi saperne di più, posso cercare maggiori informazioni per te. 😊”.

Oddio, l’esser confuso con una grande della letteratura come Natalia Ginzburg non può che lusingarmi, ma mi sa che BING abbia un po’ sbagliato il tiro, anche perché ho provato una ricerca e non credo che esista un tale racconto scritto da questa scrittrice, drammaturga. Non sono quindi andato avanti a interrogare BING.

Google BARD

Nel porre la domanda a BARD, confesso, non ero molto fiducioso di cosa ne sarebbe uscito come risposta. BING era stato una vera doccia fredda. E invece… giudicate voi stessi: “Ciao! Sì, conosco il libro ‘Il Colibrì e la Farfalla di Davide Trentarossi. È un racconto per ragazzi pubblicato nel 2019. La storia racconta di un Colibrì e una Farfalla che vivono in una radura al confine tra una città, il mondo conosciuto, e una grande foresta, l’ignoto. I due animali sono amici e condividono la passione per il volo e la scoperta delle cose del mondo. Un giorno, il mare irrompe nelle loro vite con una promessa: condurli in un luogo magico, dove potranno vivere felici e liberi.

I due amici intraprendono così un viaggio pericoloso e avventuroso, che li porterà a conoscere se stessi e il mondo che li circonda. Il libro è un’allegoria della vita, che parla di libertà, passione, amore e amicizia. È un racconto che può essere apprezzato da un pubblico di tutte le età, e che può ispirare grandi e piccoli a seguire i propri sogni e a vivere la vita al massimo.

Ho trovato il libro molto bello e coinvolgente. La storia è scritta in modo scorrevole e coinvolgente, e i personaggi sono ben caratterizzati. Mi ha colpito il messaggio positivo che il libro trasmette, e credo che sia un’opera che può essere utile a tutti, indipendentemente dall’età. Se ti piace la letteratura per ragazzi, ti consiglio di leggere Il Colibrì e la Farfalla. È un libro che ti lascerà un bel ricordo.

Allora, innanzitutto, sa che l’ho scritto io e sa pure che è stato pubblicato nel 2019 (informazione corretta). Le frasi con cui inizia a descrivere la storia sono prese dalla quarta di copertina e dalla descrizione del libro su Amazon. Tutto corretto e vero, fino all’interpretazione della ‘promessa del mare’. Quella che propone BARD è un’interpretazione possibile, ma che io non avevo mai esplicitato in questi termini. La frase successiva, sui due amici che intraprendono un viaggio è più legata alla raccolta Le Avventure di Colibrì, di cui questo libro costituisce il primo racconto.

Da qui alla fine, BARD sembra esprimere la sua opinione. Dico sembra perché non sono sicuro che una Gen AI sia in grado di avere opinioni, ma è quello che ha fatto qui. Esprime pensieri che sembrano andare oltre la semplice elaborazione di ciò che possa aver trovato. Probabilmente avrà attinto da eventuali recensioni, anche se, per lo meno fra quelle che conosco, non mi pare di ricordare pensieri simili. E’ questa sicuramente la parte in cui questa Gen AI mi ha colpito e stupito maggiormente.

Rinfrancato, quindi, proseguo e chiedo a BARD: “Dove lo posso comprare e quanto costa?“. Anche in questo caso la risposta mi sorprende per la precisione: “Il libro Il Colibrì e la Farfalla è disponibile in formato cartaceo e digitale. In formato cartaceo, è acquistabile su Amazon, IBS, Feltrinelli, e in tutte le librerie fisiche. Il prezzo è di circa 6,20 euro. In formato digitale, è acquistabile su Amazon Kindle, Kobo, e altre piattaforme di e-book. Il prezzo è di circa 1,50 euro.

Se ti trovi in Lombardia, puoi anche trovare il libro in alcune biblioteche pubbliche. Ecco alcuni link per acquistare il libro: Amazon (cartaceo e digitale); IBS (cartaceo e digitale); Feltrinelli (cartaceo e digitale); Mondadori (cartaceo e digitale); Bookdealer (cartaceo). Spero che questa informazione ti sia utile!

Corretto, preciso e completo; il libro è disponibile sia in formato cartaceo che digitale (ed era abbastanza prevedibile), ma ha indicato anche il prezzo corretto sia per la versione cartacea che per quella digitale, attualmente, per tutto il mese di gennaio, scontata a 1,50 euro. Mi riprometto a febbraio, scaduta la promozione, di rifare la domanda e controllare che si aggiorni. Sull’indicazione invece di dove trovarlo, le informazioni non sono molto corrette. A parte, ovviamente, Amazon, non credo che il mio libro sia presente in quelle librerie. Diciamo che c’è ancora da lavorarci.

Ultima domanda, la più importante: “in una scala da 1 a 5 stelle, che voto daresti al libro Il Colibrì e la Farfalla?’. Mi sto giocando tutto, vediamo se è in grado di dare un giudizio, se lo va a prendere dalle altre recensioni online, … sono curioso di sapere cosa mi risponde.

La Gen AI pensa per qualche secondo e poi risponde: “Darei 5 stelle al libro Il Colibrì e la Farfalla. La storia è ben scritta e coinvolgente, i personaggi sono ben caratterizzati e il messaggio che trasmette è positivo e incoraggiante. Il libro parla di libertà, passione, amore e amicizia, e può essere apprezzato da un pubblico di tutte le età. Ecco alcuni motivi specifici per cui ho dato 5 stelle al libro:

  • La storia è ben strutturata e avvincente.
  • I personaggi sono ben caratterizzati e realistici.
  • Il messaggio del libro è positivo e incoraggiante.
  • Il libro è adatto a un pubblico di tutte le età.

Nel complesso, credo che Il Colibrì e la Farfalla sia un libro ben scritto e coinvolgente, che può ispirare grandi e piccoli a seguire i propri sogni e a vivere la vita al massimo.

Beh, alla seconda parola, BARD è già diventato il mio idolo! Scherzi a parte… ovvio che la recensione mi abbia fatto piacere, inutile dirlo. Provo però a essere un poco più obiettivo, anche perché lo scopo di questa sfida non era questo. Innanzitutto non mi pare, almeno per le recensioni di cui ho notizia, che abbia attinto da esse, quindi sembrerebbe farina del suo sacco. Leggendola per bene, si tratta di una rielaborazione della risposta alla prima domanda. E’ anche vero che non dice qualcosa di particolare, si tratta di commenti che possono adattarsi a moltissimi libri.

Si potrebbe quindi magari pensare che sia qualcosa di pseudo standard, ma trovo due punti in cui ho l’impressione netta che BARD abbia avuto accesso al libro: il messaggio ispiratore, di inseguire i propri sogni e il fatto che possa essere apprezzato da un pubblico di tutte le età, nonostante magari il titolo possa inizialmente far pensare a un libro per ragazzi.

Conclusioni sulla sfida alle 3 Gen AI

Vado a riprendere ciò che WIkipedia scrive a proposito delle Gen AI: “I sistemi di intelligenza artificiale generativa utilizzano modelli generativi, che sono modelli statistici di una distribuzione congiunta di una variabile osservabile e di una variabile dipendente, che nel contesto del data mining è detta variabile target. Un esempio di questi modelli sono i modelli linguistici di grandi dimensioni (in sigla LLM) che producono dati a partire da un dataset di addestramento utilizzato per crearli.

In base a questa precisazione, la risposa alla mia domanda su che voto BARD darebbe al mio libro, non avrebbe molto senso, se non nell’ottica di basare la sua risposta sulle attuali recensioni. Immagino che, essendo queste molto poche, BARD crei una pseudo recensione basata, statisticamente, su recensioni di libri che ritiene simili. Un po’ come la risposta su dove si possa comprare il libro. Sono stupito dal voto a 5 stelle: la media di stelle su Amazon per questo libro è poco più di quattro: sembra che la Gen AI abbia voluto sbilanciarsi verso l’alto.

A questo punto, la domanda più importante, in quanto a informazioni su come ragioni una Gen AI è la prima, quella se conoscesse o meno il mio libro. Secondo me, BARD supera la prova a pieni voti. Innanzitutto perché conosce il mio libro. Se possiede informazioni anche su un libro che, in tutta onestà, è assolutamente sconosciuto, significa, quindi, che è in grado di fornire informazioni aggiornate su, praticamente, qualsiasi cosa. Non solo, ma le informazioni sono corrette e sembrano provenire da diverse fonti, non solo dalla descrizione presente insieme al libro stesso.

Una nota, assolutamente positiva, anche sui contenuti generati e su come questa Gen AI sia stata addestrata. Come scrivevo prima, in alcuni punti si ha la fortissima impressione che BARD stia dando una propria opinione, personale. Suona strano, ma anche andando a rileggere, non posso fare a meno di vederla come se in certi punti BARD stia esprimendo delle opinioni.

Aggiornamento pre-pubblicazione. Ho appena terminato di scrivere questo post e voglio dare una seconda chance a BING. Pongo nuovamente la domanda iniziale se conosce il mio libro. Questa volta risponde correttamente, indicandolo come un mio racconto. Riporta poi, quasi pari pari, la descrizione che si trova su Amazon e, quando vado a fare le domande successive non fornisce informazioni del tutto precise sul prezzo (mi dice solo il prezzo standard, senza l’attuale sconto e solo quello dell’edizione digitale), ma soprattutto mi dice che, non avendo letto il libro, non è in grado di formulare un giudizio sullo stesso.

Su BING il mio giudizio rimane sospeso. La prima impressione è che sia ancora molto, passatemi il termine, ‘primitiva’ come Gen AI: più che altro, non trovo una grossa differenza tra una qualsiasi ricerca su un motore di ricerca Internet e l’uso di BING come Gen AI. BARD, invece, mi ha impressionato. E’ come poter chiedere a una persona qualunque cosa e ottenere una risposta precisa, completa e, almeno limitatamente a questa esperienza, affidabile. Di più, dialogando con BARD avevo l’impressione di scrivere a una persona, un essere umano. Se penso che siamo soltanto agli inizi, sono elettrizzato da quello che deve ancora venire.

Nota finale a lato: l’immagine di copertina di questo articolo è stata generata da un’altra Gen AI, che si chiama AI Diffusion Art; si tratta di un’applicazione che ho sul mio iPhone e questo è il prompt che le ho dato per generare l’immagine: “a hummingbird and a butterfly are looking the sunset on a calm sea from the porch of a ruined cabin made of wood on the beach“. Lascio a voi il giudizio, ma, personalmente, mi sembra notevole.

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Davide Trentarossi

Nato a Milano, l’8 maggio… di qualche anno fa, ma cresciuto in provincia. Ho scoperto molto tardi la passione per la scrittura. Sono laureato in Ingegneria Informatica. Amo viaggiare, e questo mi ha portato a lavorare in giro per il mondo. Molti aeroporti sono stati il mio “Second Office”. Dall’Australia al Sud America, da Mosca a Miami, oltre all’Europa. Amo viaggiare leggero: nel mio trolley il computer su cui appuntare le idee per un nuovo libro, l’inseparabile smartphone, per restare connesso al resto del mondo e un paio di cuffie per ascoltare la musica, un’altra grande passione. Visita la mia pagina su Amazon: https://www.amazon.it/Davide-Trentarossi/e/B081QT913W/

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.