NervianoMilano città metropolitana

Tragedia a Garbatola. Cade dal fungo e muore

Ieri sera, alle 19:44 la centrale operativa del 112 ha ricevuto una richiesta d’aiuto da via XX Settembre a Garbatola, la frazione di Nerviano. Un uomo era caduto dal sesto piano del fungo, l’ecomostro abbandonato da anni e ora frequentato da tossicodipendenti e da persone senza fissa dimora. Le possibilità di trovare l’uomo ancora in vita erano nulle, ma sul posto sono state inviate un’ambulanza e un’ automedica della aat di Varese.

Pubblicità

Medici e soccorritori non hanno potuto far altro che constatare la morte dell’uomo e assistere i carabinieri della stazione di Nerviano, compagnia di Legnano, nel riconoscimento. Presente nel luogo dell’incidente anche il sindaco di Nerviano Daniela Colombo. La vittima è un giovane di 25 anni, di cui non sono state ancora diffuse le generalità e che ha, probabilmente, compiuto un gesto volontario. Le indagini sulla morte sono comunque in corso e il magistrato ha disposto l’autopsia sul corpo.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Il fungo di Garbatola

L’edificio che si trova fra viale Europa e via XX Settembre a Garbatola deve il suo soprannome, fungo, alla sua estraneità alle architetture del resto della località, composta da case di due o tre piani. Il fungo, con i suoi 7 piani, svetta in modo fastidioso sul panorama. Fu costruito agli inizi degli anni 90 ed era destinato ad essere un grande albergo non lontano dall’autostrada. Non fu mai aperto e nel tempo la struttura abbandonata divenne un grosso problema.

Pubblicità

Nel 2009 la proprietà tentò un recupero con la trasformazione in uffici, ma anche questo progetto non andò a buon fine. Ultimamente le opposizioni in comune a Nerviano hanno denunciato il fatto che la struttura e il cortile interno si erano riempiti di rifiuti e che era frequentata da molta gente che vive ai margini della società, chiedendo all’amministrazione comunale quale tipo di interventi pensavano di prendere per garantire la sicurezza dell’edificio e dei dintorni.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.