Sant'AmbrogioMilano

Violenta aggressione su un autobus dell’Atm. Accoltellata una donna

Venerdì 29 dicembre intorno alle 23:30 una donna di 45 anni, originaria di El Salvador e irregolare territorio, è stata aggredita e accoltellata alla spalla al torace e ad una gamba mentre si trovava sull’autobus 98 dell’ATM. Il tutto è successo mentre l’autobus si trovava in via San Vigilio, all’angolo di via San Paolino. La centrale operativa del 112 ha inviato sul posto un’ automedica della AAT di Milano e un’ambulanza di Corsico Soccorso. I soccorritore le hanno prestato le prime cure e poi l’hanno trasportata, in codice rosso, al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Niguarda. Le ultime notizie dicono che non è in pericolo di vita anche se le sue ferite sono gravi.

Pubblicità

Sul posto, per le indagini su quanto accaduto, sono stati inviati gli uomini della Security dell’ATM e gli agenti della Polizia di Stato. Da quanto si è saputo l’aggressore è già stato identificato. Si tratterebbe di un sudamericano che, come la donna ferita, è senza fissa dimora e gravita nelle zone intorno al Parco Sempione. Dagli accertamenti sembrerebbe che l’aggressione sia avvenuta al culmine di una lite che i due avrebbero avuto a bordo dell’autobus. L’uomo l’avrebbe colpita con almeno due fendenti. Capita spesso che gli autobus che fanno servizio notturno siano utilizzati di notte dai senzatetto per poter stare al caldo.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.