Stazione centraleMilano

Stazione Centrale Milano: 32enne algerino arrestato per furto aggravato

Si ricomincia con il furto con destrezza. Ieri, in Stazione Centrale a Milano, alcuni agenti del comparto della polizia ferroviaria della Polizia di Stato hanno arrestato un 32enne algerino accusandolo di furto aggravato. Gli agenti della Polfer erano mimetizzati tra i passeggeri, e hanno prontamente individuato l’uomo mentre sottraeva la borsa di una turista ignara. Il malvivente è stato fermato al volo, in piena flagranza, con la borsa fra le mani.

Pubblicità

la scala Rho b&b

È stato arrestato e successivamente condotto nelle camere di sicurezza della Questura di Milano in attesa dell’udienza di convalida con rito direttissimo. In stazione Centrale è così tutti i giorni. Raccontiamo solo alcune delle storie che vi accadono. La zona della stazione Centrale, più di altre stazioni è diventata nel tempo il punto di aggregazione di tutto i disperati senza arte né parte arrivati in Italia. Molti, con la speranza di prendere un treno e andare ancora più a nord sono invecchiati rubando borse e portafogli e bivaccando sotto i ponti o fra i binari.

Pubblicità

Per tante di quelle persone finire in prigione in inverno è una speranza. Sono vite perse che avrebbero potuto essere utili al mondo se qualcuno avesse avuto il coraggio di dire di no e di rimandarli nel paese da cui sono venuti a coltivare la terra che è sempre una vita migliore del vivere giorno dopo giorno sui binari

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.