RescaldinaMilano città metropolitana

Rescaldina. Cassaforte abbandonata e fucili da caccia rubati: il mistero nei boschi

Il mistero della cassaforte abbandonata nei fitti boschi di Rescaldina, famosi anche per essere una delle zone densamente popolate da spacciatori e trafficanti di droga, oltre che come zona di produzione delle castagne, è stato in parte risolto. In via Delle Grigne, dopo una segnalazione da parte di un passante, i carabinieri hanno trovato una cassaforte forzata, e all’interno, alcuni fucili da caccia e delle scatole di cartucce.

Pubblicità

Si trattava della cassaforte di un cacciatore residente in zona che, qualche giorno fa, ne aveva denunciato il furto avvenuto nella sua abitazione. Rimane il mistero dell’abbandono, da parte dei ladri, dei fucili da caccia e delle cartucce. Probabilmente, nel mercato clandestino della merce rubata, fucili da caccia e le cartucce con i pallini piccoli sono considerati senza valore. La delusione deve aver portato i ladri ad abbandonare il bottino insieme alla cassaforte. Le indagini sono ancora in corso per svelare tutti i dettagli della vicenda e trovare i responsabili del furto.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.