GrecoMilanoTurro

Caccia al ladro acrobata a Milano. L’ intervento del vicino ne permette l’arresto

Nel pomeriggio del 16 novembre, l’arrivo di un ladro acrobata ha movimentato la vita di via Rho, nel quartiere di Greco a Milano. Un giovane marocchino di 18 anni ha tentato un furto rocambolesco e ne ha portato a termine un altro. Grazie ad un vicino coraggioso è stato però arrestato dalla volante del commissariato di zona.

Pubblicità

la scala Rho b&b

La vicenda è iniziata quando il giovane si è arrampicato sulla facciata di un condominio in via Rho, raggiungendo il balcone di un appartamento al primo piano. La temeraria azione è stata interrotta dalla pronta reazione della proprietaria, che ha udito i rumori sospetti e ha bussato sul vetro della finestra per far desistere il ladro. In risposta, il giovane è saltato giù dal balcone, atterrando nel cortile sottostante.

Pubblicità

Un vicino, testimone oculare dell’evento, ha subito chiamato il 112 e in coordinamento con la centrale operativa ha iniziato a seguire il marocchino mentre si allontanava dal condominio e, sempre tramite il collegamento con la centrale operativa, man mano ne dava la posizione alla volante della polizia che li stava raggiungendo. Il ladro si è diretto verso via Bettino da Trezzo ed è entrato nel parcheggio, dove c’era un camper.

Pubblicità

Il ladro acrobata, sempre osservato dal vicino di casa, ha fatto un balzo ed è salito sul tetto del camper. una volta sopra, ha strappato via il lucernario del camper e vi è entrato. Ne è uscito poco dopo con una valigia color tortora e una borsa frigo tra le mani. Ha però dato il tempo alla volante del commissariato Greco Turro di raggiungere il posto, che lo ha aspettato all’uscita dal lucernario. Il proprietario del camper è stato rintracciato e ha riconosciuto come sue la valigia e la borsa frigo, che gli sono state restituite.

Al momento dell’arresto, il ladro acrobata ha fornito una spiegazione al suo comportamento assurdo, affermando di essere stato picchiato da degli sconosciuti. Il processo per direttissima è stato celebrato la mattina successiva, il 17 novembre. Il marocchino è stato condannato per furto, violazione di domicilio e danneggiamenti e altro. Tuttavia, in virtù dell’assenza di precedenti penali fino a quel momento, ha beneficiato delle disposizioni di legge sulla sospensione della pena.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.