RescaldinaMilano città metropolitanaPoliticaPrima Pagina

Elezioni Europee e amministrative: si va al voto il 9 giugno 2024

Ecco la data delle prossime elezioni europee. Ieri sera, a Rescaldina, in provincia di Milano, durante un convegno organizzato dalla sezione Lega di Rescaldina insieme al gruppo europarlamentare Identità e Democrazia , l’europarlamentare leghista Isabella Tovaglieri ha svelato la data delle prossime elezioni dell’europarlamento: saranno il 9 giugno 2024. Mancano solo sette mesi. Alla data delle elezioni degli organi di governo gerarchicamente più in alti sono sempre allacciati gli appuntamenti elettorali delle Amministrazioni Comunali. Quindi anche le elezioni amministrative si terranno il prossimo 9 giugno.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Nel 2024 va al voto la maggior parte dei comuni. Si è trattato uno scoop offerto alla sala dell’Auditorium, colma di persone, senza dare gli accenti che la notizia meritava, ma che non è sfuggita a chi aveva le orecchie attente. Il convegno verteva su tre punti estremamente importanti delle politiche europee: la salute, il lavoro e lo sviluppo economico.

Pubblicità

Emanuele Monti sulla salute in regione Lombardia

Elezioni europee,Data,Rescaldina,Isabella tovaglieri. Elezioni Europee e amministrative: si va al voto il 9 giugno 2024 - 15/11/2023

A parlare di salute c’era Il consigliere regionale Emanuele Monti che ha fornito la sua parte di notizie bomba. Infatti da lui abbiamo saputo che la regione Lombardia, tramite il governo ha trovato 128 milioni di euro per garantire un premio di 250 euro euro, in busta paga a fine anno, a medici e infermieri. Non è la soluzione degli stipendi troppo bassi dei sanitari, ma è un primo passo. La direzione politica presa dal governo, infatti, è quella di eliminare l’utilizzo delle cooperative di medici da parte degli ospedali e garantire assunzioni in pianta stabile, alzando il livello degli stipendi.

Pubblicità

Stanno lavorando anche per eliminare completamente il numero chiuso a medicina, ma con le ultime iniziative prese, ha detto Emanuele Monti, la regione Lombardia ha garantito la possibilità di avere il 25% in più di lauree in medicina nelle università lombarde. Il governo ha garantito alla sanità un aumento di 11miliardi di euro sugli stanziamenti già previsti per la sanità. Il maggior problema della sanità italiana è infatti quello di avere troppi pochi addetti per il numero delle richieste.

Sempre a favore di medici e infermieri Emanuele Monti ha sottolineato un’altra iniziativa che dovrebbe limitare, almeno in parte, l’emigrazione all’estero dei sanitari. Il problema riguarda soprattutto le terre di frontiera, come le provincie di Como e di Varese, che si trovano a pochi chilometri dalla Svizzera, dove i sanitari hanno stipendi anche 3 volte più alti che in Italia. Per convincerli a restare a lavorare negli ospedali lombardi, l’art. 49 della legge finanziaria istituisce un premio di frontiera, con l’innalzamento dello stipendio di 500 euro al mese.

Pubblicità

A margine del convegno sempre Emanuele Monti ha ricordato che è di ieri la notizia della piena assoluzione del presidente Attilio Fontana dai processi intentatigli nell’era del post covid.

Lavoro, sviluppo ed economia

Elezioni europee,Data,Rescaldina,Isabella tovaglieri. Elezioni Europee e amministrative: si va al voto il 9 giugno 2024 - 15/11/2023

L’on. Isabella Tovaglieri ha fornito anche altre notizie, oltre a quella della data delle prossime elezioni. Commentando lo scampato pericolo che la commissione europea imponesse gli obblighi di riefficentamento energetico di tutti gli immobili entro il 2033, in una politica di estremismo green poco praticabile nelle condizioni di crisi economica in cui ci si trova, ha dato la spiegazione della marcia indietro fatta dalla maggioranza al governo europeo ( la commissione), guidato attualmente dalla commissaria tedesca Ursula von der Leyen. Secondo la parlamentare, hanno avuto timore dell’effetto che un tale obbligo avrebbe avuto sulle elezioni europee, ma sono pronti a riproporlo subito se , dopo le elezioni, gli equilibri politici nel parlamento europeo dovessero rimanere quelli di oggi.

Due parole sul governo dell’Europa

A giugno si rieleggerà il parlamento europeo in tutte le nazioni che fanno parte dell’Unione. I parlamentari si riuniranno in gruppi transnazionali in base di alleanze che hanno alla base una certa comunanza di progetti o idee, costituendo poi una maggioranza e una minoranza. Ogni Stato nominerà un commissario europeo, sono 27, che andrà a comporre la commissione europea, che detiene il potere legislativo ed esecutivo. Dopo la nomina dei commissari, il parlamento europeo deve ratificare la nomina del presidente a maggioranza semplice.

La debolezza dell’Europa

Il problema dell’Europa è che la commissione e il parlamento sono deboli sul tavolo internazionale e della politica estera. Praticamente inesistenti. La commissione continua a legiferare su questioni interne delle Nazioni, dove dovrebbe invece prevalere il principio di sussidiarietà, e fanno scena muta nelle riunioni dell’ONU, alla Nato e di qualsiasi altra istituzione. In questi ambiti dominano gli interessi economici della Francia, con il suo espansionismo in Africa, e della Germania, con le rotte balcaniche, che agiscono in proprio.

“Tentate di legiferare in modo identico significa tentare di omologare e appiattire le differenze su un modello green estremo. Tentano di annientare qualunque pensiero critico” dice infine la Tovaglieri riferendosi anche proposte del cibo sintetico, prodotto dalle grandi multinazionali.

Una serata di successo

Va riconosciuto che la Lega di Rescaldina, e il suo segretario Marco Grimoldi, che ha avuto anche il ruolo di moderatore della serata, hanno saputo organizzare una serata di successo, molto diversa da quelle organizzate per soli militanti in vista delle elezioni. Hanno dimostrato di avere una visione politica organizzata, concreta e coraggiosa. Erano diversi decenni che a Rescaldina non veniva organizzato un incontro politico di questo livello e ha ottenuto di riempire l’auditorium in un momento storico in cui la politica non interessa. Sono state date notizie concrete e fresche che mi hanno permesso di scrivere un articolo informativo completo.

Alla serata hanno partecipato anche Sammy Varin, giornalista di Radio Libertá, e il consigliere regionale Silvia Scurati, che ha invece aperto gli interventi  facendo un escursus della sua esperienza personale nelle commissioni del consiglio di regionale della Lombardia.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Un pensiero su “Elezioni Europee e amministrative: si va al voto il 9 giugno 2024

  • Avatar photo Ambrogio casati

    Resoconto preciso e puntiglioso.. . grazie mille…..questo è il modo di informare: chiaro e preciso

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.