MilanoDuomo

Rapina a Milano: la polizia arresta 2 algerini per il furto con strappo di un orologio di lusso

Risolta la rapina dell’orologio da 150mila euro. La Polizia di Stato di Milano, in collaborazione con la Procura della Repubblica, ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei 2 algerini di 35 e 37 anni. Sono accusati di aver rapinato un turista francese di 34 anni, strappandogli il suo orologio Richard Mille del valore di circa 150.000 euro.

Tutto è successo un anno e mezzo fa, la sera del 20 maggio 2022. Il turista e la sua compagna avevano appena cenato in un ristorante del Centro di Milano. I due aggressori avevano pianificato l’atto criminale fin dall’arrivo della coppia al ristorante, aspettando l’occasione giusta. Dopo cena, il 37enne si avvicinò alla vittima con un pretesto e, dopo una violenta colluttazione, gli strappò con forza l’orologio da polso. La vittima riuscì a bloccare l’aggressore dopo un breve inseguimento, scatenando un’altra colluttazione durante la quale il complice 35enne prese in consegna l’orologio prima di fuggire.

Pubblicità

Il video della Rapina

Durante la fuga, però, il 37enne perse il proprio cellulare e il portafogli, contenenti la sua carta d’identità francese con la fotografia e i dati anagrafici di un cittadino francese. La Polizia risalí cosí all’albergo dove i due erano stati registrati quella stessa mattina. In questo modo è stato identificato anche il secondo aggressore. L’analisi del cellulare perso dall’aggressore rivelò che era un esperto in questo tipo di reati su tutto il territorio europeo. C’erano oltre cento foto di orologi preziosi con cinturino strappato, foto di carte d’identità belghe false e una foto di un documento d’identità algerino con i suoi veri dati anagrafici.

Pubblicità

Come risultato delle indagini, la Procura di Milano ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, un mandato di arresto europeo e un mandato di arresto internazionale nei confronti dei due aggressori. Il 35enne è stato catturato lo scorso febbraio, mentre il 37enne è stato arrestato in Algeria pochi giorni fa.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.