Magazine

Data breach: cosa fare in caso di violazione dei dati personali

In un mondo sempre più digitalizzato, dove le informazioni viaggiano ovunque attraverso il web, la sicurezza dei dati personali è diventata una questione di primaria importanza. Questo anche perché le violazioni dei dati, anche dette “data breach”, sono all’ordine del giorno e possono avere gravi ripercussioni sulla vita delle persone e delle aziende.

Pubblicità

Secondo Statista, solo nei primi mesi del 2023 sono stati esposti più di 6 milioni di record di dati. E i numeri sono in continua crescita. Le leggi sulla privacy prevedono delle procedure da seguire in caso di violazioni dei dati personali. Ma come proteggersi e cosa fare se si è vittime di un data breach? Lo spieghiamo in questo articolo!

Pubblicità

Cosa si intende per data breach

Quando parliamo di data breach – o violazione dei dati personali – ci riferiamo a un incidente di sicurezza nel quale informazioni personali e sensibili vengono visualizzate, rubate o utilizzate da un individuo non autorizzato. Le informazioni esposte in questo tipo di incidente di solito includono numeri di carte di credito, password, indirizzi email, ma anche i dati sanitari. I data breach sono spesso causati da attacchi hacker, errori umani, o mancanza di misure di sicurezza adeguate. Gli attacchi informatici non colpiscono solo alle aziende: infatti anche tanti singoli individui sono vittime di attacchi hacker ogni giorno. Uno dei metodi più utilizzati per la sottrazione illecita dei dati è il phishing.

Pubblicità

Il phishing

Il phishing consiste nell’invio di email fraudolente che invitano l’utente a cliccare su un link o a fornire informazioni personali, simulando la comunicazione da parte di un’entità affidabile, come una banca o un ente governativo. Una volta che l’utente fornisce i propri dati, questi vengono rubati e possono essere utilizzati per scopi illeciti, come frodi o furti d’identità. Per questo, è importante essere cauti quando si ricevono messaggi o comunicazioni inaspettate e non cliccare mai su link sospetti.

Cosa fare in caso di una violazione dei dati

Purtroppo, può capitare a tutti di essere vittima di un attacco informatico. Per prima cosa, non farti prendere dal panico! Poi segui questi passaggi qui sotto:

Pubblicità

  • Cambia le password: se sospetti che le tue informazioni siano state compromesse, cambia immediatamente tutte le password, in particolare quelle dei servizi bancari online, della posta elettronica e dei social media.
  • Monitora i tuoi conti: controlla i tuoi estratti conto bancari e le tue carte di credito per assicurarti che non ci siano state sottrazioni di denaro. Se noti delle transazioni sospette, segnalale immediatamente alla tua banca.
  • Informa le autorità: in caso di furto d’identità (reale o sospetto) è fondamentale segnalarlo alle autorità competenti. In particolare, se sei il titolare di un’azienda e i dati dei tuoi clienti sono stati esposti a un data breach, sei obbligato a informare il Garante della Privacy entro 72 ore.
  • Per evitare di esporre i tuoi dati personali a rischi del genere, ci sono anche delle buone prassi che puoi seguire tutti i giorni quando navighi online:
  • Usa password complesse e uniche: opta per password lunghe, con una combinazione di lettere, numeri e simboli, e non utilizzare la stessa password per più account. Può sembrare un consiglio banale, ma delle password forti fanno davvero la differenza.
  • Aggiorna regolarmente i software che usi: mantieni sempre aggiornati i sistemi operativi e le applicazioni che usi, per proteggerti dalle ultime vulnerabilità.
  • Attiva la verifica in due passaggi: la verifica in due passaggi (2FA) è una misura di sicurezza informatica che aggiunge un ulteriore livello di protezione agli account online. Di solito, oltre alla password, si richiede un codice inviato al tuo telefono cellulare o generato da un’app.
  • Consulta le privacy policy: prima di condividere i tuoi dati con un sito web o un’app, leggi attentamente le loro privacy policy per sapere come verranno gestiti i tuoi dati.

Conclusione

I data breach sono eventi preoccupanti e possono avere serie conseguenze, ma adottando misure preventive e reattive, è possibile minimizzare i rischi e proteggere la propria identità e privacy online. Ricorda di essere sempre attento e di agire rapidamente in caso di sospetto di violazione dei dati personali.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.