VareseCronaca Lombardia

Violenza sul treno: nuova aggressione con coltello a Saronno

Lo scorso 21 settembre, alle 21 circa, a bordo di un treno proveniente da Milano, un giovane italiano di 23 anni è stato aggredito da un nordafricano armato di coltello. Il giovane ha infatti resistito al tentativo di rapina da parte del nordafricano mentre il treno si trovava nel territorio di Bollate , ne è nata una colluttazione e la giovane vittima è rimasta ferita ad una mano. Una volta che il treno è arrivato alla stazione ferroviaria di Saronno, e si sono aperte le porte, il nordafricano è fuggito.

Pubblicità

Altri passeggeri del treno, che avevano visto in parte quello che era successo, avevano già chiamato il numero unico di emergenza 112, e i sanitari di un’ambulanza della Croce Rossa hanno subito soccorso e medicato il giovane trasportandolo poi al pronto soccorso.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Per far luce sull’incidente e identificare l’aggressore, i Carabinieri della compagnia di Saronno si sono recati alla stazione di piazza Cadorna, poco prima delle 22:00 per effettuare dei primi rilievi, cercare possibili testimoni e per acquisire possibili filmati e riprese delle telecamere di sorveglianza presenti in zona. Si spera anche che le immagini delle telecamere di sorveglianza della stazione e quelle sul treno possano rivelarsi fondamentali per gettare luce sull’accaduto.

Pubblicità

La stazione ferroviaria di Saronno è perennemente minacciata. Nelle ultime settimane ci sono stati diversi episodi di violenza, tra pestaggi, risse e aggressioni, che lo rendono un luogo poco piacevole da frequentare. Questa serie di eventi sta suscitando preoccupazione e discussione in ambito politico, e non solo, mettendo in evidenza le questioni legate alla sicurezza nelle stazioni ferroviarie e sui treni e anche nelle città di provincia, come Saronno, che nelle ultime cinque settimane è stata al centro di vari episodi di microcriminalità.

Microcriminalità?

La chiamano microcriminalità perchè gli episodi non si riferiscono alle grandi organizzazioni criminali, ma la crescita esponenziale del numero di aggressioni e rapine da strada, perlopiù compiute da nordafricani, molto spesso irregolari, è diventato, nel compresso un fenomeno grave e di difficilissima gestione da parte delle forze dell’ordine, che rischia di rendere le persone oneste schiave della paura e della impossibilità di spostarsi serenamente.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.