LodiCronaca Lombardia

Armi e bombe a mano a Lodi


La Polizia di Stato di Milano e la Procura della Repubblica di Lodi, ha scoperto e sequestrato significativi quantitativi di armi e munizioni e droga nell’hinterland milanese e nelle province limitrofe. L’obiettivo principale di questa operazione era il  contrasto del traffico e spaccio di droga e la repressione del crimine diffuso. Durante l’operazione, condotta dalla Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Milano, sono state confiscate sei pistole, di cui 5 clandestine e una rubata, 4 bombe a mano di tipo M75 e 416 proiettili di diverso calibro.

Il ritrovamento e il sequestro delle armi è avvenuto  grazie a una serie di informazioni, avute durante delle lunghe indagini , che hanno portato gli investigatori a concentrare la loro attenzione su luoghi in cui sembrava vi fossero depositi di stupefacenti. I controlli e le verifiche hanno permesso di individuare un centro sportivo a Cervignano d’Adda, in provincia di Lodi, nei locali adibiti a magazzini erano infatti nascosti quantitativi considerevoli di droga, custoditi da individui ancora da identificare, ma chiaramente destinate ad essere poi distribuiti agli spacciatori.

Durante la perquisizione all’interno del centro sportivo la Squadra Mobile di Milano, coadiuvata dalla Squadra Mobile di Lodi, ha trovato anche un mobiletto bianco, apparentemente innocuo, ma che aveva invece un doppiofondo che conteneva le sei pistole, le quattro bombe a mano e i 416 proiettili. Attualmente, le autorità stanno conducendo indagini per individuare chi aveva la disponibilità  delle armi sequestrate.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.