NiguardaMilano

Tragedia a Milano. Uomo italiano si getta dal balcone dopo aver ucciso la madre

Una tragedia si è consumata questa mattina, poco dopo le 5, nel quartiere di Niguarda, in via Palanzone al numero 16. Un uomo di 53 anni, è stato trovato sull’inferriata interna della palazzina, morto. Verosimilmente si era gettato dal quarto piano, forse da una delle finestre dell’appartamento in cui viveva con la madre di 86 anni. All’interno dell’appartamento c’era il corpo della donna, Maria Costantini, uccisa con un coltello da cucina, con un unico colpo alla gola.

Pubblicità

erano circa le 5, Riccardo Guidarelli ha chiamato il nue 112, minacciando il suicidio. Non è stato facile per l’operatore comprendere cosa fosse in procinto di succedere e ha inviato sul posto l’ambulanza del 118, i vigili del fuoco e una volante della Polizia di Stato che però non sono riusciti a salvare la vita dell’uomo. All’arrivo dei soccorsi nell’appartamento, dopo che i vigili del fuoco avevano aperto la porta, è stato trovato, in camera da letto, il corpo della donna.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Il figlio era nascosto da qualche parte, la polizia e i vigili del fuoco lo hanno cercato per parecchio tempo, quasi un’ora, senza trovarlo. All’improvviso si è gettato nel vuoto finendo sull’inferriata sottostante. Forse si era nascosto sul tetto del caseggiato. Sul posto in questo momento c’è la squadra scientifica della questura di Milano, che che sta effettuando i rilievi utile alla ricostruzione dei fatti, e i vigili del fuoco del comando provinciale di via Messina.

Pubblicità

Il movente

Non si sa cosa possa aver mosso l’uomo nelle sue azioni. Si sa solo che ha passato una vita a fare il promotore finanziario come libero professionista, che aveva poi accettato anche un lavoro da dipendente nel 2021. Una vita di lavoro e dei disturbi psichiatrici che lo avevano portato ad alcuni ricoveri ospedalieri perchè dava in escandescenze. Non ha lasciato biglietti che spiegassero il suo gesto. Lui e la madre vivevano da soli e non sono noti altri parenti che potessero assistere l’uom nell’assistere l’avanzare dell’età del figlio.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.