Cronaca Lombardia

Areu. Emergenza Caldo nella norma in Lombardia

Areu, l’agenzia di emergenza e urgenza della Lombardia, ha diffuso il risultato statistico per gli interventi sanitari relativi ai malori causati da colpi di calore per il caldo intenso di questi giorni. In effetti fa caldo, ma sicuramente non come altri altri mesi di luglio che si ricordi.

Pubblicità

Il trend del monitoraggio

Il monitoraggio dell’Emergenza Caldo è effettuato da Areu Lombardia ed è in relazione all’andamento delle attività di soccorso sanitario preospedaliero, cioè gli interventi delle ambulanze. Attualmente la situazione operativa ha un trend inferiore all’andamento registrato lo scorso anno nello stesso periodo (1 giugno – 18 luglio).

Pubblicità

la scala Rho b&b

“Nonostante l’incremento delle temperature stagionali e l’aumento dei flussi turistici determinati dalla stagione estiva,  non sono stati registrati picchi di attività in relazione al numero di chiamate giornaliere pervenute all’emergenza sanitaria (118) e al numero di interventi di soccorso sanitario effettuati sul territorio regionale per eventi classificati come “medico acuti”, la categoria dove sono compresi anche eventuali situazioni cliniche correlabili alle alte temperature (malori da caldo, colpi di calore).” Hanno detto dall’agenzia.

Pubblicità

Situazioni e dati differenti dallo scorso anno

Tale situazione trova corrispondenza in un’analisi estesa a due particolari condizioni che lo scorso anno si presentavano in modalità e numeri differenti. Nel mese di luglio del 2022 era presente una prevalenza di pazienti Covid positivi più alta rispetto a quest’anno (in regione Lombardia il 9 luglio 2022 si registrava un indice Rt Covid19 pari a 1.18, il 9 luglio 2023 lo stesso indice risulta essere pari a 0.85).

Rispetto alle condizioni meteo, le temperature stabilmente alte dello scorso anno sono diverse da quanto registrato nelle ultime settimane, nelle quali si sono alternate giornate molto calde a giornate con precipitazioni intense, accompagnate da un conseguente calo delle temperature. Questa alternanza di condizioni meteo non ha dato gli stessi esiti dello scorso anno, in quanto mitiga gli effetti delle prolungate esposizioni al caldo che, se superiori ai 3 giorni consecutivi, possono contribuire ad aggravare situazioni patologiche preesistenti determinando l’eventuale ricorso all’emergenza urgenza sanitaria.

Pubblicità

La categoria dei pazienti fragili, persone anziane e/o pluripatologiche, con problematiche che possono acutizzarsi con l’innalzamento delle temperature, viene nella maggior parte dei casi intercettata dall’emergenza sanitaria attraverso la ricezione delle richieste di soccorso da parte delle SOREU, dal momento che le condizioni cliniche dei pazienti difficilmente sono compatibili con le possibilità e le modalità dell’autopresentazione in Pronto soccorso.

Tali richieste possono trasformarsi in un’ospedalizzazione a bordo di ambulanza o in una consulenza effettuata da un medico specialista di medicina d’urgenza, attraverso la Centrale Medica Integrata, che permette di diminuire gli accessi non necessari in Pronto soccorso, supportando il paziente con l’utilizzo della televisita e del consulto telefonico, atti a fornire le indicazioni cliniche più appropriate e ad evitare quando possibile il disagio di una movimentazione non necessaria.

AREU prosegue nel continuo monitoraggio delle attività operative in corso, per valutarne l’andamento anche in considerazione delle previsioni meteo previste per oggi e per i prossimi giorni.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.