Garbagnate MilaneseMilano città metropolitana

Grave incidente a Garbagnate. Morto 15enne e un’altra ragazzina in prognosi riservata

Un tragico incidente si è verificato questa notte a Garbagnate Milanese. Poco prima delle 22.35 due giovanissimi, entrambi di 15 anni, stavano attraversando la strada in bicicletta sulle strisce pedonali nei pressi della rotonda di via Kennedy quando sono stati investiti da un uomo romeno risultato positivo all’alcool test, superava il limite minimo, guidava un furgone senza patente.

Pubblicità

Il 118 è intervenuto con due ambulanze della Croce rossa di Garbagnate, un’automedica e l’elicottero del 118 e dopo la stabilizzazione sul posto ha portato il 15enne al pronto soccorso dell’ospedale San Gerardo di Monza, in elicottero in codice rosso. Il ragazzino, Valentino Serafino C. Di Garbagnate, è deceduto poco dopo l’arrivo in ospedale. La giovane Ambra L. è di Cesate ed è ancora in prognosi riservata, in pericolo di vita, all’ospedale di Niguarda. Compirà 16 anni domani.

Pubblicità

Omicidio Stradale

  • incidente. Grave incidente a Garbagnate. Morto 15enne e un'altra ragazzina in prognosi riservata - 18/07/2023
  • incidente. Grave incidente a Garbagnate. Morto 15enne e un'altra ragazzina in prognosi riservata - 18/07/2023

I carabinieri della Stazione di Garbagnate insieme a quelli della Stazione di Solaro e della Sezione Radiomobile della Compagnia di Rho, che era intervenuta sull’incidente, alle 23 hanno arrestato il 32enne romeno alla guida del furgone, per omicidio stradale. Il conducente, B.P., si era fermato dopo l’incidente, ma è risultato positivo all’alcool test. È titolare di una patente di guida romena, ma non la ha mai convertita e in quel momento non aveva con sè nemmeno quella.

Pubblicità

L’uomo è stato quindi portato al carcere di San Vittore dove rimane a disposizione dell’autorità giudiziaria. Ha precedenti per lesioni, maltrattamenti, furto ed è stato fermato altre 3 volte per guida senza patente. Nel 2016, nel 2017 e nel 2020. In quest’ultima occasione era risultato positivo all’alcool test. Era affidato in prova dopo una condanna e poteva uscire dalle 6 del mattino alle 22. Lavorava, in modo regolare, per l’azienda proprietaria del furgone. Il Giudice ha disposto l’esecuzione dell’autopsia sul corpo del 15enne, mentre i carabinieri stanno eseguendo altre attività di indagine per cristallizzare la dinamica dell’investimento dei ragazzini.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.