BareggioMilano città metropolitana

Un Record a Bareggio, ma ne avrebbe fatto a meno

Ha donato un record a Bareggio. La donna di 35 anni arrestata dai carabinieri della compagnia di Abbiategrasso lo scorso 7 luglio nell’accampamento di rom nella cascina Mezzana a Bareggio ha accumulato 29 anni e 11 mesi di condanne da scontare in carcere, ma in realtà era sta condannata, per somma aritmetica, a 58 anni e 7 mesi.

Pubblicità

la scala Rho b&b

La legge italiana però prevede una durata massima di 30 anni della carcerazione. Quindi l’ordine di carcerazione della procura di Milano ha ridotto la pena a 29 anni e 11 mesi. Il cumulo di pene riguarda più di 20 episodi fra furto , furto aggravato, furto in abitazione, rapina, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale. Le condanne sono state emesse da molti diversi tribunali italiani.

Pubblicità

la scala Rho b&b

La donna del record ha iniziato la carriera da minorenne. E’ stata arrestata molte volte, sotto oltre 10 diverse identità con nazionalità italiana o croata, tra Genova, Riccione, Rovigo, Udine, Torino, La Spezia, Vicenza, Firenze, Bolzano.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Altrettante volte era stata scarcerata, ottenendo il differimento della pena perché incinta o madre da pochi mesi. Nel 2017 era stata sorpresa e bloccata dalla proprietaria di un appartamento del centro di Milano mentre stava rovistando, incurante della presenza del figlio di 9 anni della vittima, che era terrorizzato.

Il carabinieri sono andati al campo rom per un controllo generale e hanno identificato diverse altre persone. Nel campo c’erano anche cinque dei figli della donna: gli altri, numerosissimi, sarebbero all’estero.

Pubblicità

Tap gym scarica da goolge play

La donna è stata arrestata e portata dai Carabinieri al carcere di Bollate. Ne uscirà quando avrà 65 anni. Durante l’operazione di controllo è stata confiscata una roulotte, trovata nel campo, che era oggetto di un provvedimento di confisca del Tribunale di Torino.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.