CasorezzoMilano città metropolitanaStoria e Cultura

Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo

Oggi Casorezzo ha celebrato le sue origini longobarde e burgare con una bella festa alla chiesa medievale di San Salvatore. Durante le celebrazioni sono stati nominati i nuovi cavalieri del sacro Gral e della tavola rotonda. Un nuovo Re ha estratto la spada dalla Roccia ed è stato toccato con la spada nel nome di San Michele e San Giorgio.

Pubblicità

La festa in costume, alla sua prima edizione, ha gioiosamente coinvolto i bambini e ha ripercorso tutti i miti dimenticati di un periodo di gloria della Lombardia, l’alto medioevo, intorno all’anno mille, o poco dopo, in cui i Longobardi e i loro alleati Burgari, erano al massimo del loro splendore, e portavano le vestigia del Drago di Milano che poi si è trasmesso ai loro discendenti come il biscione dei Visconti.

Pubblicità

In quei tempi, l’altomilanese si chiamava Burgaria, dal nome degli alleati dei longobardi, i Burgari, che la amministravano e cui erano state affidate la prima e la seconda linea di difesa del Ticino, con la costruzione di castelletti, come il Burgass di Ossona, e chiese, i cui campanili, alzandosi sopra i boschi, segnavano gli incroci fra le strade.

Pubblicità

la scala Rho b&b

SI dice che Ariberto da Intimiano, il vescovo guerriero che inventò il Carroccio, percorresse con i suoi soldati, a cavallo, le strade che toccavano San Michele al Casone, Santa Elisabetta ad Asmonte, San Bartolomeo ad Ossona, San Giorgio a Casorezzo e poi, per dirigersi verso Legnano, passasse a sinistra in prossimità delle chiesa di San Salvatore. Di chiesa in chiesa, di campanile in campanile, la sua strada e delle sue truppe era segnata in modo chiaro. Ad ogni chiesa si fermava, per abbeverare i cavalli, per lasciarli riposare, e per pregare e adorare il Signore, chiedendogli di assisterlo nella vittoria.

Erano tempi lontani, e la storia di quel periodo non viene insegnata a scuola. E’ destinata solo agli appassionati che sanno come cercarne i segni. Chi ha trovato il modo per insegnarla ai bambini e anche ai adulti, con queste affascinanti feste in costume ci fa un enorme regalo di sapienza e conoscenza.

Pubblicità

Le foto dell’incoronazione

  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
  • san salvatore,casorezzo. Un nuovo glorioso Re a San Salvatore di Casorezzo - 14/05/2023
Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.