WashingtonMilano

Violenza sessuale in via Washington a Milano. Non era un gambiano ed è una storia di grande senso civico

Lo scorso 10 maggio, nella zona di via Washington, a Milano, una donna di 44 anni era stata aggredita in casa da un uomo di colore che l’ aveva seguita prima nel portone e poi aprendo di colpo la porta dell’appartamento in cui era appena entrata. La donna ha reagito ma lui le aveva strappato i vestiti. Le sue urla avevano attirato l’attenzione di uno dei vicini, un uomo di 94 anni, che lo ha fermato e consegnato ai carabinieri della radiomobile arrivata sul posto.

Pubblicità

L’uomo era stato arrestato e accusato di violenza sessuale. Era senza documenti, e ha dichiarato di essere originario del Gambia e di avere 22 anni. Una dichiarazione che ha convinto poco e i militari hanno continuato le operazioni tecniche di identificazione.

Pubblicità

Il tempio del cannolo a Corbetta

Gli accertamenti hanno infine dimostrato che si trattava di un americano di 29 anni scomparso da casa da qualche giorno. I suoi familiari lo cercavano disperati perchè ha diversi accertati problemi psichiatrici e temevano qualche suo colpo di testa. Ha un passato da giocatore di basket.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Il vicino di 94 anni

l’intervento del vicino, di 94 anni della vittima dell’aggressione è stato provvidenziale. Ha sentito le urla e si è affacciato alla porta , ha visto la sua vicina a terra con i vestiti strappati e ferita e d è entrato. Lei gli ha detto di andar via , perchè l’uomo era ancora in casa, nelle altre stanze, e stava distruggendo tutto. Il 94enne invece, è tornato in casa sua a prendere una pistola scacciacani e di è addentrato nell’appartamento, sorprendendo l’aggressore. “mi sembrava un po’ confuso, ma non stava distruggendo nulla. E’ qui, ho detto alla mia vicina, ma non sta facendo niente.” Ha detto durante una intervista rilasciata a radio Lombardia ieri mattina.

il 94enne ha tenuto l’omone sotto la minaccia della scacciacani fino all’arrivo dei carabinieri che lo hanno preso in consegna. ” bisogna sempre intervenire, per soccorrere gli altri.” Ha aggiunto con semplicità il 94enne.

Pubblicità

Una storia, questa, che è iniziata in modo spaventoso ma che intanto che si conoscevano le notizie prendeva un’ altra piega. La vittima è stata assalita da un giovane un malato psichico, che la ha ferita, ed è stata aiutata da un 94enne in gamba e con un grande senso civico.

Il premio

Il presidente di regione Lombardia, Attilio Fontana, ieri. 16 maggio, ha ricevuto Bruno Ficicchia, il vicino 94enne, per consegnargli un premio e i ringraziamenti per il suo atto di coraggio con cui ha protetto la sua vicina di casa. un vicino che tutti vorrebbero avere.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.