Città StudiMilano

Neonata morta nel cassonetto della Carità

Qualcuno ha abbandonato una bimba neonata, da poche ore, in un cassonetto giallo per la raccolta degli abiti per i poveri. Al momento del ritrovamento, da parte di un passante che stava depositando dei sacchetti, era già morta. (Foto di repertorio)

Pubblicità

È successo a Milano, nel cassonetto posizionato fra via Saldini e via Botticelli, nel quartiere di Città Studi. Ora sarà il medico legale a stabilire se la bambina, che era avvolta in una felpa, è morta nel cassonetto o se era già morta quando il suo corpo vi è stato depositato. Una tragedia che indica ancora una volta come Milano sia diventata suo malgrado una città della disperazione. Non era mai successo che in così pochi giorni a venissero tanti abbandoni di neonati.

Pubblicità

Per Enea e la bimba partorita in ospedale in modo anonimo si sono comunque aperte le porte della vita e del futuro, questa bambina invece è stata molto sfortunata. Eppure bastava poco, bastava andare a partorire in ospedale per lasciarle almeno il dono della vita.

Pubblicità

1 Maggio: l’autopsia e le indagini

Dopo il ritrovamento del corpo della bimba, venerdì 28 aprile 2023, la procura di Milano ha aperto un’indagine per infanticidio e ha disposto l’autopsia. Oggi la redazione ha avuto notizia dei primi esiti dell’esame. Sembrerebbe che la bimba non abbia emesso neppure il primo respiro e che sia morta o durante il parto oppure prima, e non presentava eventi segni di violenza. Cade in questo modo, dopo il risultato dell’autopsia, l’accusa di infanticidio verso di lei ed eventualmente verso chi era con lei. Infatti le evidenze delle indagini hanno dimostrato che la bimba era sistemata in modo che potesse essere facilmente ritrovata.

La preoccupazione ora si rivolge verso la madre che potrebbe essere in condizioni di salute critiche dopo il parto sicuramente traumatico. Molti casi di morte dei bambini durante il parto avvengono per delle condizioni gravi della salute della madre.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.