NavigliMilano

Alto impatto sui Navigli. Quando i carabinieri tendono la rete fanno buona pesca

Milano. Questo è il risultato di un servizio ad alto impatto effettuato ieri sera dai carabinieri di Milano nell’area dei Navigli e delle vie limitrofe, con il supporto dei Nas. 173 persone sono state identificate e cinque denunciate in stato di libertà, un arresto, e 3 locali sui 4 controllati denunciati per carenze igienico sanitarie. E c’era anche il chioschetto che sparava musica ad alto volume è il cui proprietario è stato denunciato per disturbo della quiete pubblica. Questo è il risultato di un servizio ad alto impatto effettuato ieri sera dai carabinieri di Milano nell’area dei Navigli e delle vie limitrofe, con il supporto dei Nas.

Pubblicità

3 delle cinque persone denunciate in stato di libertà sono un senegalese e un brasiliano, entrambi di 32 anni, e un 37enne algerino. Sono stati denunciati per inottemperanza all’ordine di espulsione. Gli altri due sono un 56enne rumeno e un 30enne marocchino, che sono stati denunciati per ingresso e soggiorno illegale sul territorio nazionale.

Pubblicità

L’arrestato è un 29enne algerino. La Corte d’Appello di Milano aveva appena emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere in sostituzione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. A quanto pare i giudici non avevano preso bene il fatto che l’uomo, arrestato per furto aggravato e poi scarcerato lo scorso primo marzo, il 17 marzo era stato trovato alla frontiera con la Svizzera a bordo di un treno diretto a Parigi. Sussistendo quindi il pericolo di fuga, il ventinovenne è stato riportato in carcere. A suo carico c’era anche una denuncia in stato di libertà per ingresso e soggiorno illegale nel territorio nazionale, con l’avvio delle procedure per l’espulsione. Ora si trova nel carcere di San Vittore.

Pubblicità

Durante la serata, i carabinieri del comando provinciale di Milano, insieme a quelli del nucleo antisofisticazione (NAS ), Hanno controllato quattro esercizi commerciali. 3 sono stati multati per carenze igienico sanitarie. La media delle multe è di 5000 euro ciascuno. Uno dei locali è stato anche segnalato alla TS della città metropolitana di Milano perché strutturalmente inadeguato.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.